Fase 2 "Bis", 18 maggio: via libera al mototurismo

18 maggio 2020: si allentano ulteriormente le misure messe in atto dal Governo per il contenimento del Coronavirus e arriva il tanto desiderato via libera anche al mototurismo. Attenzione: sarà consentito spostarsi in moto anche in due, ma solo fra conviventi

kawasaki-z1000sx

Oggi, 18 maggio 2020, inizia la Fase 2 "Bis": si allentano ulteriormente le misure messe in atto dal Governo per il contenimento del Coronavirus e arriva il (tanto desiderato) via libera anche al mototurismo. Attenzione: sarà consentito spostarsi in moto anche in due, ma solo fra conviventi, visto che non è possibile mantenere il metro di distanza in sella.

Non serviranno più le autocertificazioni all'interno della stessa regione, ma ci si potrà spostare fra le regioni solamente per motivi di lavoro, di salute o comunque comprovati motivi di necessità. Segnaliamo, però, un accordo fra la regione Veneto e il Trentino Alto Adige che prevede la possibilità di far visita ai congiunti nelle province confinanti, anche se appartenenti ad un'altra regione.

Riaprono anche quelle attività che avevano subito maggiormente il lockdown: bar, ristoranti, parrucchieri e anche musei, negozi di abbigliamento. Inoltre, sarà consentito lo spostamento verso le seconde case, ma solo all'interno della regione di residenza. Dal 25 maggio sarà via libera alla riapertura delle palestre, delle piscine e dei centri sportivi.

Queste misure saranno valide fino al 2 giugno, salvo nuove direttive dal Governo dettate da un andamento sospetto dei contagi. Dal 3 giugno, invece, si riapriranno le frontiere e sarà consentito lo spostamento fra le regioni. Ovviamente, i protocolli di sicurezza per contenere il virus rimarranno in vigore e sarà compito dei commercianti farli rispettare.

Diciamo che, per i motociclisti, il 18 maggio equivale al "Giorno della Liberazione": con il via libera al mototurismo, torneremo sui passi, ai giri sul lago, al mare, alle gite domenicali a tutte quelle abitudini che, dopo una stressante settimana di lavoro, ci fanno dimenticare ogni problema (o quasi).

E poi, non ci stancheremo mai di ripeterlo: la moto è il miglior mezzo per garantire il distanziamento sociale. Viva la moto!

  • shares
  • Mail