MotoGP, Silverstone in forse: "Non possiamo fare promesse"

La situazione Coronavirus è in continua evoluzione e anche il Regno Unito ne attende gli sviluppi: anche il GP di Silverstone potrebbe essere cancellato

Con l'Europa nell'occhio del ciclone dell'epidemia di Covid-19 l'incertezza regna sovrana, anche nel mondo delle sport: il Motomondiale è paralizzato e come WSBK e Formula 1 non si sa ancora ancora quando si potrà riprendere a correre. Molti eventi sono stati rinviati, altri definitivamente cancellati, e altri ancora stanno... traballando di fronte alla necessità di dare un giro di vite alle misure sanitarie anti-Coronavirus.

Anche il Regno Unito sta affrontando l'emergenza e nonostante il Gran Premio di Silverstone sia in programma per il prossimo agosto la gara inglese è tutt'altro che sicura: lo ha reso noto Stuart Pringle, direttore generale del tracciato d'Oltremanica.

"Questa settimana gli organi sportivi hanno annunciato che tutti gli eventi motoristici del Regno Unito sono stati sospesi fino alla fine di aprile per aiutare il Governo britannico nei suoi sforzi per contenere la propagazione di questo virus" ha spiegato il manager inglese "Molti di voi hanno acquistato i biglietti per i GP di F1 e MotoGP, e capisco benissimo la vostra volontà di sapere se si disputeranno o no. La verità è che non possiamo fare previsioni su quale sarà la situazione nei mesi estivi".

"Nonostante ciò" ha proseguito "posso promettere che stiamo facendo tutto il possibile per assicurare lo svolgimento delle corse in programma, in luglio la Formula 1 e in agosto la MotoGP". "Voglio comunque assicurare che nel caso in cui fossimo obbligati a cancellare gli eventi tutti coloro che hanno acquistato i biglietti avranno diritto al rimborso" aggiunto in conclusione.

  • shares
  • Mail