Yamaha, MotoGP: Viñales firma per altri due anni

Il pilota spagnolo, in forza al team Monster Energy Yamaha MotoGP dal 2017, rimarrà in sella alla sua M1 almeno fino al 2022. Su questa stessa moto, Maverick ha conquistato un terzo posto finale al suo esordio, un quarto nel 2018 e ancora un terzo posto nel 2019. Sei i Gran Premi vinti su 55 gare concluse, con 19 podi e nove pole position.

Maverick Viñales, negli ultimi mesi, ha tenuto Yamaha sulle spine per via delle avances ricevute dalle altre case, visto l'ottimo rendimento mostrato nella seconda parte della stagione. Oggi, da motogp.com, è arrivata la notizia dell'ufficialità del rinnovo del contratto per altri due anni.

Il pilota spagnolo, in forza al team Monster Energy Yamaha MotoGP dal 2017, rimarrà in sella alla sua M1 almeno fino al 2022. Su questa stessa moto, Maverick ha conquistato un terzo posto finale al suo esordio, un quarto nel 2018 e ancora un terzo posto nel 2019. Sei i Gran Premi vinti su 55 gare concluse, con 19 podi e nove pole position.


“Abbiamo accolto Maverick in squadra nel 2017 sapendo che si trattasse di un grande talento." - ha dichiarato Lin Jarvis, Direttore di Yamaha Motor Racing - "È molto motivato e impegnato su sé stesso per essere forte fisicamente ed è sempre pronto a dare il massimo dimostrando tutto il potenziale della YZR-M1. Nel corso delle sue prime tre stagioni con noi ha vinto sei gare con Yamaha, ottenuto 19 podi e dato sempre il 100% del suo impegno. Adesso la YZR-M1 sta migliorando gara dopo gara, prevediamo un futuro brillante per lui in Yamaha. La scelta di Maverick di firmare così presto con Yamaha Factory Racing MotoGP Team per altri due anni dimostra la profonda stima e ammirazione reciproca e il mutuo desiderio di vincere il titolo in MotoGP”. 


Maverick Viñales ha così commentato la notizia: “Sono estremamente felice perché sento di restare con la ‘mia squadra’. Questo sarà il secondo anno consecutivo con il mio attuale gruppo di lavoro e dopo questo, avrò altri due anni insieme a loro. Sono molto emozionato! Penso che continuando a lavorare così duramente stiamo andando nella direzione giusta. Per me è stato molto importante fare questo annuncio prima dell’inizio della stagione perché sono motivato e voglio essere in grado di concentrarmi completamente nel campionato 2020 e non avrei voluto passare troppo tempo pensando al futuro. Non c’erano motivi per non stare con Yamaha, perché ci si sente come in famiglia. La Yamaha mi sta dando molto supporto e, come ho già detto, ho ‘la mia squadra’ ed che qualcosa di cui ho davvero bisogno. Dobbiamo continuare a lavorare ed essere molto forti. Il nostro obiettivo principale è, come sempre, diventare campione del mondo e cercare di riportare la Yamaha al primo posto. Farò del mio meglio. Di sicuro, darò tutto ciò che posso per rendere orgogliosa la nostra squadra. Vorrei dire grazie a Yamaha per la fiducia che ha riposto in me. Penso che insieme cresceremo molto velocemente e continueremo a dare il massimo”.

Yamaha, con il rinnovo del contratto dello spagnolo, si è assicurata, per altri due anni, uno dei piloti più promettenti delle ultime stagioni e siamo sicuri che sarà in grado di fornire il giusto supporto all'ambiente per sviluppare le moto del futuro.

  • shares
  • Mail