Andrea Iannone sospeso: positivo all'antidoping

Lo ha reso noto poche ore fa la Federazione Internazionale Motociclismo, precisando che nel campione di urine prelevato all'abruzzese, il 3 novembre 2019, sarebbe stata riscontrata una sostanza riconducibile agli steroidi anabolizzanti esogeni.

andrea-iannone

A seguito di un controllo effettuato dopo la tappa di Sepang, Andrea Iannone è risultato positivo ad un controllo antidoping. Il pilota di Aprilia risulta, dunque, temporaneamente sospeso dall'attività agonistica. Non una bella notizia per la casa di Noale.

Lo ha reso noto poche ore fa la Federazione Internazionale Motociclismo, precisando che nel campione di urine prelevato all'abruzzese, il 3 novembre 2019, sarebbe stata riscontrata una sostanza riconducibile agli steroidi anabolizzanti esogeni, sostanza che risulta inserita nell'elenco di quelle vietate dal regolamento del Motomondiale. Iannone avrebbe, di fatto, infranto l’articolo 7.9.1 del codice antidoping FIM.

La sospensione parte da oggi 17 dicembre 2019 e varrà fino ad una nuova decisione della FIM, ma il pilota di Vasto ha la possibilità di chiedere un ulteriore contro esame. Nel frattempo, Iannone non potrà prendere parte a nessuna competizione.

  • shares
  • Mail