EICMA 2019: BMW rinnova S 1000 XR

Ipotizzata, attesa, anticipata e, adesso, arrivata! Nuova BMW S 1000 XR si mostra, finalmente, durante la Press Conference di questa mattina ad EICMA. Ecco come cambia la crossover quattro cilindri bavarese.

Ipotizzata, attesa, anticipata e, adesso, arrivata! Nuova BMW S 1000 XR si mostra, finalmente, durante la Press Conference di questa mattina ad EICMA. Ecco come cambia la crossover quattro cilindri bavarese.

Il motore da 998 cc, in grado di erogare di 165 cv a 11.000 giri/min. e 114 Nm di coppia a 9.250 giri/min, deriva direttamente da quello della sorella supersportiva, S 1000 RR. In questo caso, però, il motore si addolcisce e prende una curva d'erogazione più ampia e godibile, affinchè si possano usare tranquillamente i bassi e medi regimi. Si allungano i rapporti della 4ª, 5ª e 6ª marcia, consentendo di abbassare il regime di giri per viaggiare in maniera più confortevole.

Il propulsore è più compatto che in passato e l'utilizzo di particolari tecniche di costruzione ha permesso di risparmiare circa 5 kg di peso. BMW smentisce la nostre ipotesi, non equipaggiando la crossover con la tecnologia BMW ShiftCam per la gestione della fasatura variabile.

Comparto elettronico completamente rinnovato con controllo del freno motore e gestione della coppia (MSR, presente anche sui modelli F 900) che impedisce il bloccaggio della ruota posteriore in caso di scalata brusca della marcia. Poi la piattaforma inerziale a 6 assi accompagnata dal Traction Control e dal nuovo DTC anti-impennata.

Quattro i riding mode di serie: Road, Rain, Dynamic e Dynamic Pro e vanno tutti a lavorare sulla gestione dell'acceleratore, dell'anti-impennata e del traction control. Non mancano il quickshifter in versione Pro, l'ABS, anch'esso in versione Pro, i fari full-LED e il sistema di assistenza in salita HSC Pro. Optional l'Adaptive Cornering Light.

Ancora in comune con S 1000 RR, il telaio Flex Frame che sfrutta il motore come elemento stressato e che, grazie ad un ulteriore perdita di peso, riesce a garantire 226 kg a secco. Cambia completamente la posizione di guida: eretta, comoda, ma spostata in avanti, per caricare maggiormente l'anteriore nella guida sportiva e avere maggiore feeling. BMW S 1000 XR si "allunga" a livello di interasse (1.552 mm) e si appoggia ad un forcellone riprogettato e più leggero che in precedenza.

Forcella a steli rovesciati sull'anteriore e mono-ammortizzatore by Sachs sul posteriore, con la possibilità di scegliere il sistema BMW Dynamic ESA Pro per la gestione elettronica delle sospensioni. Da 320 mm il doppio disco davanti e da 220 mm quello dietro.

Come al solito, si presenta infinita la lista dei pacchetti proposti da BMW: un Touring Pack trasforma la crossover in una moto mangia chilometri grazie al supporto per il navigatore, supporti valige, cavalletto centrale e paramani. Poi ancora il Dynamic Pack che comprende Dynamic ESA Pro, Shift Assistant Pro, sistema di avviamento Keyless, manopole riscaldabili e cruise control. Infine, il Carbon Pack che offre parafanghi, paracatena e varie parti della carenatura in fibra di carbonio.

Due le varianti di colore proposte per BMW S 1000 XR: Ice Grey Racing Red/White Aluminium.

  • shares
  • Mail