Rossi in 2a fila: "Yamaha molto forti a Sepang"

6° tempo per l'asso pesarese nelle qualifiche della MotoGP in Malesia: "Sono in tanti ad andare forte qui, ma anche noi siamo tra questi..."

Nonostante sia l'unico pilota Yamaha a non aver conquistato un posto in prima fila, Valentino Rossi (Monster Energy Yamaha) è comprensibilmente soddisfatto del 6° posto agguantato oggi nelle qualifiche per il GP della Malesia, penultimo appuntamento del Mondiale MotoGP 2019 (clicca qui per orari e copertura TV).

Nelle Q2 di Sepang, il pluri-iridato pesarese ha firmato un miglior crono personale di 1'59.000 "tondo" che alla fine è risultato più lento di quasi 7 decimi rispetto alla pole-record firmata dal rampante Fabio Quartararo (Petronas SRT Yamaha), sempre più "l'uomo del momento" nella Premier Class del Motomondiale, risultato che ha però permesso all'italiano di conquistare quanto meno "l'obiettivo minimo" della seconda fila.

Commentando l'esito del suo sabato di lavoro in pista, il portacolori della Yamaha ha preferito focalizzarsi sul proverbiale "bicchiere mezzo pieno", in particolare su un ritmo-gara non lontano da quello dei migliori:

"Tutti i piloti Yamaha sono molto forti qui e questo è un bene per noi. Io inizierò la gara dalla seconda fila e forse avrei potuto fare un po' meglio di così, ma purtroppo abbiamo avuto dei problemi di traffico quando abbiamo fatto il 'run' con la seconda gomma."

"Ad ogni modo, partire dalla seconda fila non è poi così male... Il nostro passo, tutto sommato, è buono, anche se sono in tanti ad andare forte qui, ma noi siamo tra questi."

In vista del GP di domani, il "Dottore" ha ammesso di voler provare altre soluzione di assetto per la sua Yamaha YZR-M1, pur permanendo le variabili legate a gomme e meteo:

"Abbiamo lavorato molto per capire il degrado delle gomme posteriori e quindi fare la scelta migliore in vista della gara: direi che la 'soft' e la 'medium' sono le due opzioni possibili per la gara, anche perché hanno delle prestazioni piuttosto simili."

"Nel Warm-Up di domani proveremo a migliorare qualcosa e dopo vedremo come si metteranno le cose per la corsa, anche se speriamo in una gara asciutta. Sarà importante partire bene e stare con i primi perché davanti ci sono piloti che potrebbero provare a scappar via".

  • shares
  • Mail