"Pazzo weekend" con vittoria per Marquez in Australia

Quinta vittoria consecutiva per il confermato Campione del Mondo della MotoGP a Phillip Island: "Ho pianificato con calma la mia strategia..."

Nonostante abbia archiviato il discorso titolo Mondiale un paio di Gran Premi fa, l'insaziabile Marc Marquez (Honda Repsol) non ha lasciato scampo agli avversari neanche nel GP di Australia andando a cogliere la sua 5a vittoria consecutiva nella Premier Class, 11° complessivo in stagione per lui. Il successo odierno permette inoltre al 26enne spagnolo di diventare il miglior di maggior successo di casa Honda nel Motomondiale con ben 55 vittorie, staccando il "mito" Mick Doohan che si era fermato a 54.

Conquistato il secondo posto - e quindi la prima fila - nelle qualifiche del mattino, il Campione del Mondo della MotoGP non è scattato benissimo allo spegnimento dei semafori di Phillip Island ritrovandosi invischiato a lungo nel gruppo di testa, composto da ben 9 piloti. Verso metà gara, il fenomeno catalano è riuscito a spezzare il gruppo insieme a Cal Crutchlow (LCR Honda) e Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha), con il britannico che però doveva cedere progressivamente il passo ai due spagnoli lasciandoli duellare per la vittoria.

Anche sfruttando la maggior velocità di punta della sua fedele Honda RC213V, Marquez riusciva a prendersi la testa della corsa nell'ultimo giro e Vinales, nel vano tentativo di riagguantarlo, incappava in una brutta scivolata che lo costringeva al ritiro. Marquez ha così potuto tagliare indisturbato il traguardo con 11" abbondanti su Crutchlow e oltre 14" sull'eroe locale Jack Miller (Pramac Ducati Racing), che lo hanno accompagnato sul podio.

Le 55 vittorie sin qui conquistate lo posizionano ora al terzo posto nella graduatoria del maggior numero di vittorie nella Premier Class del Motomondiale, classifica guidata dal "rivale" Valentino Rossi con 89 vittorie seguito da Giacomo Agostini, che oggi lo ha premiato sul podio australiano. Sale inoltre a quota 14 la sua striscia di podi consecutivi mentre il team ufficiale Honda è arrivato ora a un dal Ducati Team nella classifica squadre, titolo che permetterebbe al colosso nipponico di centrare di nuovo la prestigiosa "tripletta" di titoli.

Al termine dell'insidioso fine settimana di Phillip Island, l'8-volte-iridato della Honda ha così descritto la sua strategia:

"Considerando la situazione del meteo e tutto il resto, è stato un fine settimana davvero pazzo! Maverick è stato molto veloce oggi, ma io sono riuscito a stargli dietro e così ho potuto iniziare a pianificare con calma la mia strategia per vincere. Sono rimasto dietro a osservarlo, aspettando il momento giusto per l'attacco."

"A un certo punto Viñales ha iniziato a spingere molto forte per scappare via, ed era davvero molto veloce, ma io sapevo che, se fossi riuscito a stare con lui per i successivi quattro o cinque giri, la vittoria sarebbe stata possibile... e così è andata."

Diversi piloti hanno lamentato un certo drop nel rendimento delle gomme nella fase finale del GP di Australia, ma Marquez dice di non aver sofferto eccessivamente questo problema malgrado una scelta "non coservativa" fatta in griglia:

"Il mio team ha fatto un ottimo lavoro considerando il tempo limitato che abbiamo trascorso in pista. Abbiamo voluto giocare un po' d'azzardo quando abbiamo scelto la gomma posteriore morbida e verso la fine della corsa, infatti, era arrivata ormai al limite, ma anche Vinales, che aveva la mia stessa gomma, ha avuto lo stesso problema. Nonostante ciò, siamo comunque riusciti a vincere!"

"È davvero speciale per me cogliere questa mia 55a vittoria con la Honda: mi sento incredibilmente bene all'interno della famiglia Honda e sono entusiasta di potermi godere questo bel momento con loro e tutto il team".

  • shares
  • Mail