MotoGP, Fabio Quartararo è il Rookie of the Year 2019

Con il secondo posto di Motegi Fabio Quartararo è diventato ufficialmente il miglior "deb" del 2019: è definitivamente lui l'anti-Marquez per il 2020?

Il titolo di Rookie of he Year conquistato in Giappone grazie al secondo posto di Motegi è semplicemente una formalità per Fabio Quartaro, la consacrazione definitiva a promessa (forse già mantenuta...) della MotoGP. Con quattro pole position e sei podi stagionali a due round dalla fine del Campionato il giovane francese ha meritatamente messo le mani sulla corona del debuttante dell'anno, ma non è certo un mistero che siano in molti a vedere in lui addirittura il prescelto anti-Marquez.

A parlare, effettivamente, sono i dati: negli ultimi quattro appuntamenti Fabio ha chiuso tre volte secondo, e per tre volte è arrivato in coda al fenomeno di Cervera (a Misano e a Buriram è andato molto, molto vicino alla vittoria). Risultati strepitosi per un 20enne in sella ad una moto privata, la M1 "malese" del team Yamaha Petronas SRT, che pregustano un 2020 da scintille tra lo spagnolo e il "satellite" di Iwata.

A Motegi Quartararo ha fatto praticamente tutta la gara in seconda posizione dietro al leader Marquez, ma differenza dei Gran Premi di San Marino e Thailandia non è mai sembrato in grado di mettere davvero il sale sulla coda all'otto volte Campione del Mondo: negli ultimi giri il francesino ha dovuto anzi difendersi dall'assalto di Andrea Dovizioso, che con la Desmosedici ufficiale ha cercato di approfittare del decadimento dei suoi pneumatici.

"Alla fine non avevo più gomma, però ero riuscito a creare un bel margine all’inizio che si è rivelato molto utile" ha spiegato Fabio ai microfoni di Eurosport "Marc aveva tre decimi in più di me a livello di passo, io ho spinto al 100% provandole tutte ma verso la fine Dovizioso era davvero velocissimo e mi rifilava più di mezzo secondo al giro, perciò ho di nuovo alzato il ritmo per difendermi". "È il secondo podio di fila e io sono molto contento" ha aggiunto raggiante "perché con questo risultato abbiamo raggiunto l’obiettivo che ci eravamo prefissati col team a inizio stagione, ovvero vincere il Rookie of the Year". Sarà lui il contendente di Marquez per il titolo 2020?

  • shares
  • Mail