Quartararo: "Rossi? Il mio idolo, vorrei correre assieme a lui"

Da rookie dell'anno ad anti-Marquez: Fabio Quartararo si è raccontato in una bella intervista a Sky Sport, in cui ha ammesso il sogno di poter correre con Valentino Rossi

Al suo primo anno in MotoGP ha già conquistato tre pole position e quattro podi, guadagnandosi la qualifica di futuro (o attuale?) anti-Marquez: Fabio Quartararo non è solo una giovane bella promessa della Top Class, ma una realtà che ha sorpreso tutti, avversari, tifosi e addetti ai lavori. Dopo anni non facili in Moto2 il talento del francesino è letteralmente esploso con il passaggio alla Classe Regina, un circostanza che ha indotto molti a paragonarlo a Casey Stoner: un confronto ancora prematuro forse, ma che rende giustizia alle prestazioni sorprendenti di un pilota che, lo ricordiamo, corre con una moto satellite certamente non a livello dei prototipi factory.

"Non mi aspettavo di arrivare fino a questo punto. Col team abbiamo fatto un buon lavoro, stiamo andando più veloci di quanto avremmo mai pensato" ha dichiarato il nizzardo ai microfoni di Sky Sport "Tra il 2016 e il 2017 ho vissuto alcune difficoltà. Quando poi sono migliorato, e ho ottenuto una prima vittoria, tutto questo è andato via". La splendida pole di Jerez deve avergli infuso parecchia fiducia, perché nelle gare successive si è reso protagonista di una crescita davvero strepitosa: primo anche nelle qualifiche di Barcellona, proprio al Montmelò Quartararo è riuscito ad agguantare il suo primo podio, ripetendosi (sia in qualifica che in gara) anche nell'Università di Assen.

Terzo anche al Red Bull Ring, il 20enne francese ha dato il meglio di sé a Misano, dove è riuscito a tenere testa a Marc Marquez fino a una manciata di curve dalla fine: un Gran Premio, quello romagnolo, che lo ha definitivamente consacrato a futuro pretendente al titolo. "L'obiettivo è battere Marquez" ha ammesso senza troppi giri di parole "Nel futuro voglio essere campione de Mondo, e per questo servirà batterlo. A Misano ci sono andato vicino, perché era un circuito fatto apposta per noi. Arriverà un circuito in cui starò ancora meglio, e punterò nuovamente ala vittoria".

Fabio ha le idee chiare, e lo hanno capito anche i top team: Quartararo ha davanti ancora una stagione con Yamaha Petronas SRT, ma il mercato in ottica 2021 non aspetta le squadre ufficiali si stanno già muovendo mettergli sotto il naso un contratto da pilota factory. Yamaha, dal canto suo, gli ha promesso per il 2020 una M1 come quelle di Rossi e Viñales, ma i riflettori addosso non lo spaventano: "Pressione? Per me essere in MotoGP è già un sogno. Non c'è pressione, correre in pista è un sogno". Ma ce n'è uno ancora nel cassetto: correre in squadra con Valentino Rossi. "Da quando avevo 4-5 anni Valentino è il mio idolo. Quando ero in Moto2 lo stesso, speravo un giorno di guidare con lui, e adesso lo sto facendo. Sto pensando più al 2020 che al 2021, ma ne sarei orgoglioso. Mi piacerebbe molto correre con lui".

  • shares
  • Mail