Bautista a Portimao: "Dobbiamo cambiare approccio"

Precipitato a -81 punti nel Mondiale da Rea, lo spagnolo della Ducati arriva in Portogallo ancora dolorante alla spalla; "ottimista" Chaz Davies

Terminata la lunga pausa estiva, il Mondiale Superbike 2019 approda questo weekend in Portogallo per l'atteso round di Portimao (clicca qui per orari e copertura TV) e per il team Aruba.it Racing – Ducati inizia l'ultima parte di una stagione che, dopo i grandi trionfi di inizio anno, sembra destinata a chiudersi con una grande delusione.

Dopo aver inanellato 11 vittorie consecutive nella sua stagione da rookie in Superbike (poi diventate 14 in totale), l'esperto spagnolo Alvaro Bautista ha infatti dissipato il suo enorme vantaggio in classifica ed è ora stato superato di slancio dal campione uscente Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team), che vanta ora ben 81 punti di vantaggio su di lui a 4 round dal termine, incluso quello con l'Autodromo Algarve di questo fine settimana (seguiranno Francia, Argentina e Qatar).

Il declino di Bautista in classifica sembra inoltre essere andato di pari passo con il deterioramento dei suoi rapporti con il team italiano, con le difficoltà nel rinnovo del contratto che si sono formalmente trasformati in una separazione proprio durante la pausa estiva, con il contemporaneo annuncio da parte di Ducati dell'ingaggio del 26enne britannico Scott Redding.

10 giorni fa i protagonisti dell Mondiale SBK sono scesi in pista proprio a Portimao per l'ultima tornata di collaudi prima del termine della stagione, test a cui hanno preso parte anche i piloti Ducati per preparare le rispettive Panigale V4 R alla fase finale del campionato.

Ducati non conquista la vittoria a Portimao dal 2011, quando fu Carlos Checa a trionfare in sella alla Ducati 1098R. Alvaro Bautista spera di rinverdire subito i fasti del connazionale, anche per aumentare il suo prestigio prima di prendere una decisione sul suo futuro:

"I due giorni di test che abbiamo fatto qui la scorsa settimana sono stati molto positivi, anche se il secondo giorno ho preferito non affaticare troppo la spalla in quanto era la prima volta che salivo in moto dopo l’infortunio di Laguna Seca."

"Ho avuto alcuni giorni in più per recuperare, ma durante questo weekend dobbiamo cambiare approccio cercando di salvaguardare la spalla nella giornata di venerdì per essere in grado di affrontare le gare nelle migliori condizioni possibili. Fortunatamente, i due test effettuati su questo tracciato da gennaio ad oggi saranno di grande aiuto, abbiamo alcuni riferimenti, conosco meglio la pista e di conseguenza sarà tutto più facile."

Il compagno di squadra Chaz Davies arriva in Portogallo sull'onda del primo successo stagionale raccolto a bordo della V4 bolognese, nella Gara-2 di Laguna Seca, e spera di proseguire nella sua crescita anche questo weekend, su un tracciato dove non ha mai vinto:

"Dopo la pausa estiva e dopo circa due mesi dalla mia ultima vittoria, so che non sarà una gara semplice qui a Portimão, ma i progressi fatti a Laguna Seca e l’ottimo lavoro svolto durante gli ultimi test, mi rendono molto fiducioso. Rispetto alla prima parte di stagione il mio feeling con la moto è migliorato, ho un buon passo e non vedo l'ora di iniziare il weekend."

"Considerando i risultati del passato, questo tracciato non è molto favorevole per me, ma penso che la Panigale V4 R si adatti meglio su questa pista rispetto al V2. Portimão con i suoi saliscendi rimane uno dei circuiti più impegnativi del campionato però sono ottimista."

  • shares
  • Mail