Petrucci vuole "voltare pagina" a Silverstone

Dopo le brutte prove di Brno e Spielberg, il ternano della Ducati punta al riscatto in Gran Bretagna: "Dimostriamo di meritare la terza posizione!"

Nel GP di Gran Bretagna di questo weekend (clicca qui per orari e copertura TV), Danilo Petrucci (Mission Winnow Ducati) andrà alla ricerca di un risultato importante che gli permetta di mettersi alle spalle le ultime, deludenti esibizioni nei GP di Repubblica Ceca e Austria, da lui chiusi rispettivamente all'8° e 9° e con distacchi "significativi" dai primi.

Dopo una grande crescita nella prima parte di stagione, culminata con il trionfo del Mugello e in altri due podi - per altro prontamente "premiata" da Ducati con il rinnovo del contratto per il 2020 - il "Petrux" è infatti incappato in un'evidente "involuzione" della sua competitività in sella alla Desmosedici GP, calo che lo ha tenuto ben lontano dalla lotta per il podio negli ultimi 5 round della Premier Class.

Nonostante tutto, il ternano mantiene ancora la sua eccellente terza piazza nel Mondiale MotoGP 2019, con 12 punti di vantaggio sullo spagnolo Alex Rins (Ecstar Suzuki), e il suo obiettivo per il fine settimana di Silverstone sarà quello di difendere la posizione in classifica, magari incrementando il margine sugli inseguitori.

Il tracciato inglese è comunque tra i preferiti di Petrucci, anche per motivi "sentimentali": fu infatti su questa pista che il 28enne umbro conquistò il suo primo podio in MotoGP, nel 2015, una meritatissima seconda posizione colta in sella alla Desmosedici GP del team Pramac Racing, squadra "satellite" di Ducati in MotoGP.

Questa la "dichiarazione d'intenti" di Danilo Petrucci in vista del nuovo weekend di gare nel Regno Unito:

"Sicuramente le ultime due sono state le mie peggiori gare dell'anno ed ora il nostro obiettivo è quello di voltare pagina il prima possibile, iniziando a dimostrare già da Silverstone che ci meritiamo davvero la terza posizione in campionato."

"Ho dei bei ricordi legati a questa pista, soprattutto per quanto riguarda il podio del 2015, e penso che potremo essere competitivi sin dalle FP1 se troveremo la giusta concentrazione. Ci sarà molta concorrenza e l'incertezza del meteo qui in Inghilterra è sempre un fattore importante, che può condizionare la gara. Io sono però determinato ad ottenere un buon risultato."

  • shares
  • Mail