MotoGP, Ducati “rossa” marcata “Mission Winnow”. Svolta Phillip Morris

“Mission Winnow Ducati Team” riporta la Phillip Morris a marcare con forza e in prima linea una importante squadra del motociclismo mondiale aprendo, forse, nuove frontiere e nuove prospettive, non solo di business.

MotoGP, Ducati “rossa” marcata “Mission Winnow”. Svolta Phillip Morris

La presentazione del Team Ducati MotoGP 2019 fatta ieri sera al Cube di Neuchatel in Svizzera porta significative novità sul piano dell’immagine e, soprattutto, nella sostanza. Poco show vecchia maniera, tanta “roba” nuova, soprattutto da scoprire nelle prossime evoluzioni: questo in sintesi è il succo di quanto proposto da Ducati – con l’ok Audi – per accogliere la svolta della Phillip Morris, title sponsor della Rossa in MotoGP con la dicitura “Mission Winnow”.

Cos’è Mission Winnow (si pronuncia “win”-“oh”)? E’ un marchio della potente multinazionale Made in Usa al di fuori dei noti prodotti della casa di sigarette, impegnata – con una piattaforma globale -ad espandersi in nuovi segmenti del mercato investendo nell’innovazione, nella ricerca scientifica e tecnologica con l’obiettivo di un … “futuro migliore”, senza…. fumo. Capito? No.

Traduciamo: Winnow significa “spulare” e si richiama alla rimozione della pula dai chicchi di grano. Qui si estende il concetto con il significato di “scartare il superfluo”, tirar fuori la parte buona, fino a ricercare la trasparenza e la … “verità”, compito oggi assai arduo in un mondo inquinato e per lo tsunami di news invase da fake.

Dalla produzione di sigarette portatori di guai alla salute alla promozione di idee e progetti per il benessere fisico e psichico? Si vedrà. Fatto sta che il “Mission Winnow Ducati Team” riporta la Phillip Morris a marcare con forza e in prima linea una importante squadra del motociclismo mondiale aprendo, forse, nuove frontiere e nuove prospettive, non solo di business.

E’ una svolta già operativa, dal GP di Suzuka 2018, con la partnership innovata fra Phillip Morris International e Scuderia Ferrari in Formula 1. In tal modo, prima la Ferrari e adesso la Ducati MotoGP, sfoggiano la muova livrea con il logo di Mission Winnow tornando a sostituire il discutibile “arancio fosforescente” con l’intramontabile “rosso-rosso”.

Sono passati 12 anni dal Motorsport senza più sponsor del tabacco, da quando cioè a causa del “tobacco ban”, dalla F1 e dal Motomondiale scomparvero i loghi e le scritte degli sponsor più munifici (oltre 500 milioni di dollari l’anno dati dai “tabaccai” al Circus iridato di auto e moto!) della storia delle corse.

Per il bilancio del Motorsport fu un duro colpo. I Team cercarono di raggirare il divieto dei “tabaccai” con escamotage per evitare di esporre i marchi messi al bando, ad esempio con il “codice a barre” in sostituzione della scritta Marlboro, l’enigmatico “R” in sostituzione dello sponsor Rothmans ecc.

Altre aziende di altri settori via via presero il posto delle grandi marche di sigarette. Phillip Morris non ha mai mollato il Motorsport e adesso, dopo la novità nella rinnovata partnership con Ferrari in F1, conferma la svolta con la dicitura “Mission Winnow” , nuovo title sponsor della Ducati “rossa” in MotoGP. Una forte spinta – non solo economica - e nuove responsabilità per Dovizioso e Petrucci e per la Casa di Borgo Panigale. Un segnale importante per il Motomondiale.

  • shares
  • Mail