Petronas FP1: lotto "ritrovato" presto in vendita

60 unità della bellissima Superbike tre-cilindri dei primi anni 2000 si apprestano ad invadere il mercato grazie alla britannica Lanzante.

Sono passati ormai alcuni anni da quando, nel 2010, avevamo segnalato il misterioso caso delle 60 Petronas FP1 "trovate" abbandonate in un magazzino dell'Essex inglese, modelli omologati per l'utilizzo stradale destinati alla Malesia ma che, in realtà, non avevano mai lasciato la "Terra d'Albione".

Da allora, la vicenda relativa a questo lotto si è lentamente trascinata avanti non senza polemiche e ricorsi a carte bollate, ma alla fine è arrivata al suo "lieto fine", con le moto saranno finalmente messe in vendita grazie all'intervento della britannica Lanzante Motorsports.

A beneficio dei più giovani, ripercorriamo brevemente la storia di questa moto: la Petronas FP1 era una tricilindrica sportiva da 900 cc ideata e realizzata dal colosso petrolifero malese Petronas (in collaborazione con Sauber Engineering) per partecipare al Mondiale SBK, con un team guidato dal mitico Carl Fogarty.

Contraddistinta dalla riconoscibilissima livrea 'verde acqua', la FP1 debuttò nel Mondiale nel 2003 e riuscì anche conquistare due podi nella stagione 2004 (con Troy Corser e Chris Walker), ma il successivo cambio di regolamento tecnico (che innalzava il limite di cilindrata a 1000 cc) ne decretò in pratica la fine a causa dell'evidente svantaggio tecnico nei confronti delle nuove 4-in-linea nipponiche, con l'intero progetto che fu poi abbandonato al termine della stagione 2006.

A causa della sua breve vita, la FP1 (il cui nome sta a significare "Foggy Petronas One") è quindi diventata ben presto una supersportiva decisamente "esotica" e ricercata dai più facoltosi collezionisti, ma ben poche delle 150 unità realizzate per ottenere l'omologazione SBK, alla fine della fiera, erano state recapitate a suo tempo nelle mani di veri "acquirenti" (diversi i rumors secondo cui Petronas non avrebbe voluto venderle per chiudere il più rapidamente possibile l'amaro capitolo).

Il successivo ritrovamento di questa partita di 60 moto, individuate "a fare la muffa" in un magazzino da MCN, fu a suo tempo uno scoop a cui seguirono diverse polemiche, ma il felice epilogo di questa storia è arrivato pochi giorni fa, come detto, grazie alla già citata Lanzante Motorsports, azienda specializzata nel restauro automobilistico che ha annunciato l'intenzione di mettere in vendita le FP1 ritrovate dopo averle opportunamente ricondizionate per lo scopo.

Secondo le prime indiscrezioni, la versione stradale della "resuscitata" FP1 produce poco meno di 130 CV a 10.000 giri/min e pesa attorno ai 181 kg, fornendo così un rapporto peso/potenza certamente "decente" anche per i nostri giorni. Ciascuna moto sarà proposta a un prezzo di circa $32.000 (poco più di €28.000 agli attuali tassi di cambio) e c'è da scommettere che molti ricchi collezionisti staranno già pensando di regalarsela per Natale...

  • shares
  • Mail