EICMA 2018: la Kawasaki W800 ritorna, nel 2019

La gloriosa "Serie W" di Kawasaki torna alla ribalta con una nuova incarnazione della W800 in due declinazioni: "Street" e "Cafe".


Sono passati solo un paio d'anni da quando Kawasaki annunciò la fine della sua gloriosa "Serie W" con quella che avrebbe dovuto essere l'ultima esponente della stirpe, la W800 Final Edition, ma probabilmente, già allora, la casa di Akashi stava già meditando il ritorno della sua gloriosa e longeva famiglia di bicilindriche. Da EICMA Milano 2018, finalmente, arriva la conferma.

Nel 2019, infatti, tornerà in pista una nuova e ben più moderna W800 che si ripresenterà addirittura in due declinazioni, "Cafe" (con cupolino) e "Street", dalle fattezze obiettivamente non così diverse dalle ultime W800 viste in circolazione.

Sia ben chiaro però che la "nuova" W800, omologata Euro4, ha ben poco a che fare con quella "vecchia", con Kawasaki a puntualizzare che ben il 90% della sua componentistica è nuovo rispetto alla versione precedente "pensionata" due anni fa.

Le W800 "Street" e "Cafe" sono ora in mostra in anteprima all'EICMA 2018 di Milano sfoggiando una serie di modifiche stilistiche, tecniche e pratiche che, per certi versi, non sono poi così semplici da individuare.

Le due varianti condividono naturalmente lo stesso telaio, completamente nuovo, e utilizzano un impianto frenante con dischi a entrambe le estremità (il disco posteriore è una novità per la serie W) coordinato dall'ABS, ma sono molti gli elementi che testimoniano la svolta "in chiave moderna" dei nuovi modelli, come ad esempio i gruppi ottici full-LED.

L'aspetto della tradizione comunque non è stato trascurato, e questo lo si evince in particolar modo dal motore, comune a entrambe, che resta un bicilindrico parallelo da 773 cc, e da certi elementi stilistici che richiamano volutamente le prime W650 che videro la luce nel 1966. A quell'epoca, quello della W650 era il motore a 4 tempi più grosso mai fabbricato.

Le nuove W800 hanno una potenza massima mirata di 35kW per attirare il target dei neo-patentati A2 puntando sullo stile classico, sull'aspetto seducente e anche sulla relativa la semplicità di approccio.

Per ora Kawasaki non ha rilasciato troppe informazioni tecniche riguardo a queste sue due nuove "creature", ma ha assicurato che ulteriori dettagli saranno divulgati a inizio 2019 in vista di un debutto nelle concessionarie che, presumibilmente, dovrebbe avvenire nella prima metà del nuovo anno.

  • shares
  • Mail