Video: Marquez, il primo "jolly" di Sepang

Marc Marquez ormai ci ha abituati a numeri da circo, ma il modo in cui il pilota HRC salva la sua RC213V da una caduta ormai sicura lascia sempre sbigottiti: ecco cosa ha fatto nelle libere di Sepang

L'aveva fatto anche lo scorso anno, proprio qui a Sepang: una moto ormai a terra, una caduta già scontata... e invece no. Marc Marquez, a questo genere di numeri, ormai ci ha abituato: il fenomeno spagnolo ci ha mostrato talmente tante volte di essere in grado di sfidare le leggi della fisica che i suoi salvataggi in extremis non dovrebbero fare nemmeno più notizia. E invece ogni volta è una sorpresa, ogni volta pensi "Dai, sto giro non ce la fa"... ma Marc la tiene su, tira un altro schiaffo a Newton, e riprende il suo giro come se nulla fosse.

In Malesia, quest'anno, il miracolo è arrivato prestissimo, già nelle prime libere: è proprio il venerdì, d'altra parte, che Marc testa il limite della sua Honda RC213V. Quel limite che, lui lo sa benissimo, non deve assolutamente oltrepassare in gara.

Quanto avvenuto questa mattina alla curva 15, quella che immette sul rettilineo principale, rispetta lo stesso copione di sempre: entrata scomposta con il posteriore che sbandiera, ciclistica in crisi, moto che saltella. La corda non c'è, e nemmeno il grip sull'anteriore che ormai guarda innaturalmente verso l'esterno della curva.

Tu dici "E' giù". Neanche per sogno: diavolo d'un Marquez, l'hai fatto anche stavolta.

  • shares
  • Mail