Troy Bayliss, vittoria a Phillip Island e 3° posto nell'ASBK

Troy Bayliss è tornato alla vittoria nella sua amata Phillip Island: il successo nell'ultima gara della stagione ha permesso al 49enne australiano di chiudere in terza posizione il campionato ASBK

Troy Bayliss è tornato alla vittoria, firmando il suo successo numero due da quando, a 49 anni, è tornato a correre nel Campionato Australiano Superbike in sella alla Ducati 1299 Final Edition: lo ha fatto in Gara-2 dell'ultimo round stagionale, nella sua amata Phillip Island, pista sulla quale l'asso di Taree ha conquistato in passato ben 6 vittorie mondiali.

Dopo aver chiuso Gara-1 in terza piazza a una manciata di decimi dalla testa (dietro alla Suzuki GSX-R 1000 di Josh Waters e alla Yamaha R1 di Wayne Maxwell), il campionissimo australiano si è lanciato all'arrembaggio anche nella seconda manche, dando vita a un duello serratissimo ancora una volta con Waters e Maxwell.

Nel corso dell'ultimo giro, mentre infiammava la lotta per la prima posizione, il leader Josh Waters è caduto alla fine di Luckey Heights, il celebre scollinamento tra le curve 9 e 10: Troy, che gli stava incollato al codone, ha approfittato dell'errore tagliando il traguardo in 1^ posizione davanti all'ex MotoGP Brian Staring (Kawasaki Ninja ZX-10R) e alla Yamaha di Wayne Maxwell.

Il successo di Phillip Island ha permesso al tre volte Campione del Mondo Superbike - che quest'estate aveva già vinto sul tracciato Hidden Valley - di mettere al sicuro anche la 3° posizione in classifica generale: sembra che il ragazzino stia imparando bene, tanto che il prossimo anno, con un po' di esperienza in più e la nuova Panigale V4 tra le mani, potrebbe addirittura puntare al titolo nazionale...

  • shares
  • Mail