Test KTM, in pista anche Reiterberger

Il tedesco: "La sensazione è incredibile, giro dopo giro ho migliorato il mio feeling e anche i miei tempi. Lo stile di guida tra la Superbike e un prototipo come questo è completamente diverso"

Non solo Suzuki. Ad Aragon ha provato anche la KTM, per certi versi la sorpresa positiva di questo mondiale, non tanto per le prestazioni assolute, quanto per il suo margine di crescita esponenziale che ha portato la casa di Mottighofen ad un incremento delle prestazioni che ad Aragon si è ben palesato con Kallio, ma che anche precedentemente si era mostrata con lo stesso Pol Espargaro (decisamente meno con Bradley Smith).

Il lavoro ovviamente prosegue, perchè se le basi stanno portando i suoi frutti è anche per quanto fatto fin dallo scorso anno con tanti collaudatori differenti. Un lavoro proseguito ad Aragon dove i due piloti titolari sono stati affiancati dal talentuoso Markus Reiterberger, come avevamo anticipato nei giorni scorsi.

Un test che ha permesso ai piloti di poter lavorare su telaio e sospensioni, oltre che su ulteriori aggiornamenti aerodinamici. Ovviamente speciale il giorno per il tedesco, il cui test KTM potrebbe aprire ulteriori strade in carriera, dopo il ritorno nell'IDM al termine della collaborazione con Althea nel Mondiale Superbike.

markus-reiterberger-box-motorland-aragon-2017.jpg

Markus Reiterberger
“Vorrei innanzitutto ringraziare KTM e la mia squadra per avermi permesso di fare questo test. È sorprendente per me essere venuto qui a provare la MotoGP. La sensazione è incredibile, giro dopo giro ho migliorato il mio feeling e anche i miei tempi. Lo stile di guida tra la Superbike e un prototipo come questo è completamente diverso, è difficile da spiegare. Grazie ancora a KTM, questo è un giorno da ricordare.”

pol-espargaro-box-motorland-aragon-2017.jpg

Pol Espargaro
“Abbiamo lavorato molto in questi due giorni e sono soddisfatto dei progressi fatti. Il primo giorno abbiamo provato alcune cose nuove sulla moto e credo che tutto sia andato bene. Siamo migliorati da domenica scorsa e queste migliorie dovrebbero aiutarci anche in Giappone e soprattutto a Phillip Island. Voglio ringraziare tutta la squadra perchè ha fatto un lavoro straordinario, sia qui in pista che in fabbrica. Continueremo a lavorare duramente per le prossime gare “.

Bradley Smith
“Qui a Aragon abbiamo avuto un test molto impegnativo con parti da utilizzare nelle restanti gare della stagione e anche per il 2018. Ci siamo concentrati sul modo di curvare, abbiamo cercato più grip e abbiamo fatto passi in avanti Sono stati due giorni estremamente preziosi e sento che abbiamo fatto un passo nella giusta direzione, che ci aiuterà nel finale della stagione.”

Sebastian Risse, Direttore Tecnico KTM MotoGP.
“In totale abbiamo avuto un test veramente positivo. Due lunghe giornate con molti giri e molte configurazioni provate sia per finire bene la stagione che in ottica 2018. Siamo felici di questo e abbiamo trovato alcune soluzioni da utilizzare nelle restanti 4 gare. Siamo felici dell’esito di questo test, ora pensiamo al trittico asiatico.”

markus-reiterberger-mechanics-ktm-rc16-box-motorland-aragon-2017.jpg

  • shares
  • Mail