Gaffe dell’assessore De Nicola alla presentazione di EICMA

L’assessore a viabilità e trasporti della provincia di Milano, Giovanni De Nicola, durante la conferenza di apertura di EICMA confonde le moto con le biciclette


Martedì 7 novembre alle ore 11 è stata inaugurata la settantesima edizione di EICMA. Oltre ai piloti, sempre molto graditi, erano presenti alcuni simpatici politici, quest’ultimi sicuramente meno graditi. Tra questi anche lo spassosissimo Giovanni De Nicola, assessore a viabilità e trasporti della provincia di Milano.

Sapete bene che motoblog non parla di politica e non è tantomeno schierato da quella o quell’altra parte, ma dopo aver sentito quello che abbiamo sentito durante appunto la conferenza di EICMA, abbiamo pensato di condividere questa cosa con tutti voi. Non si sa perché durante questo evento, che segna l’inizio dei lavori, si debba sempre avere a che fare con la politica.

Quest’anno già la presenza di Roberto Formigoni non è stata gradita a molti (forse sarebbe stata più adatta alla BIT, la borsa Italiana del Turismo, dove avrebbe potuto trovare un altro pacchetto vacanze per i Caraibi), ma a questa si sono aggiunte alcune “perle” del sopraccitato assessore. Il preludio non è stato dei migliori, ma la serie di frasi quanto mai inappropriate è andata avanti in un crescendo, fino al culmine davvero esilarante… per modo di dire. Intanto si è presentato con ritardo.

L’assessore Giovanni De Nicola confonde le moto con le biciclette
L’assessore Giovanni De Nicola confonde le moto con le biciclette
L’assessore Giovanni De Nicola confonde le moto con le biciclette
L’assessore Giovanni De Nicola confonde le moto con le biciclette

Qualcuno potrebbe pensare, o aver pensato “avrà trovato traffico? Il colmo! Invece no. L’assessore spiega che è appena rientrato da un presidio che ha dato luogo a uno sciopero dei lavoratori di una compagnia di trasporti (chiedersi il perché, ogni tanto, di tutti questi scioperi?), che a sua volta ha avuto come conseguenza lo stop forzato di seimila pendolari. Pendolari che l’assessore ha definito dei “poverini, che sono costretti a usare il treno perché non hanno neppure i soldi per comprarsi un’auto”.

Già questa definizione basterebbe per far vincere a tale politicante il premio per la migliore gaffe, ma il bello arriva alla fine, quando “Giovannino all’arrembaggio” rincara la dose ed esclama a gran voce “neppure le bellissime biciclette che esponete qui in Fiera”. Le biciclette? E dire che noi tutti pensavamo che le biciclette a EICMA non ci fossero più, e già da un po’ di anni, ormai trasferite all’EICA di Verona.

Purtroppo ci mancano le immagini e il video di tale spassosa dichiarazione; li abbiamo cercati ovunque ma l’assessore è degno di così tanta considerazione tra i media che, mentre parlava, fotografi e cameramen erano tutti con l’attrezzatura in stand by, in attesa di qualche migliore immagine per non saturare la memory card, scambiandosi sguardi e frasi del tipo “ma ‘sto qui chi è?”. Abbiamo però, grazie a bikerexplorer, l’intervento successivo di un imbarazzatissimo Marino Bartoletti, anchorman della presentazione che, da abile giornalista qual è, ha cercato subito dopo di porre rimedio a tale gaffe, dichiarando che in EICMA ci sono effettivamente due espositori di biciclette, ma ribadendo comunque che EICMA è la fiera della moto.

L’assessore Giovanni De Nicola confonde le moto con le biciclette
L’assessore Giovanni De Nicola confonde le moto con le biciclette
L’assessore Giovanni De Nicola confonde le moto con le biciclette
L’assessore Giovanni De Nicola confonde le moto con le biciclette

Ci voleva tanto all’assessore, studiare un po’ la lezioncina? Forse non avrà avuto il tempo di farlo durante il viaggio verso la fiera, che sicuramente sarà stato troppo breve, in quanto a viaggiare su un’auto blu con tanto di autista e lampeggiante acceso ci si mette meno che in moto. Ma davvero non ha notato il maxischermo dietro di lui con la scritta “Esposizione Internazionale del Motociclo”? Ma questi politici lo sanno dove vanno a parlare? O hanno un discorso standard che utilizzano tanto per il Salone della moto quanto per la sagra dell’asparago?

Questa è la gente a cui siamo in mano, cari amici motociclisti, gente che non distingue una bicicletta da un ciclomotore, da uno scooter e da una moto. Per loro sono tutti uguali gli utenti a due ruote, a motore e non, una massa di “poveretti” che d’inverno prende freddo e d’estate il caldo, che va in giro magari anche con la pioggia. E loro, gli amici politici, non si pongono il problema, perché appunto hanno le automobiline blu, con cui giocano proprio come degli allegri bimbi.

Davvero speriamo che individui come questo “assessore”, al cui confronto Palmiro Cangini, il noto assessore alle attività varie ed eventuali di Roncofritto, sembra essere persona da prendere sul serio, possano fare qualcosa per il settore motociclistico? Stiamo freschi… 1000 volte meglio i sorrisi di Agostini, Biaggi, Cairoli e Kiara Fontanesi.

L’assessore Giovanni De Nicola confonde le moto con le biciclette
L’assessore Giovanni De Nicola confonde le moto con le biciclette
L’assessore Giovanni De Nicola confonde le moto con le biciclette
L’assessore Giovanni De Nicola confonde le moto con le biciclette

Ultime notizie su Curiosità

Curiosità

Tutto su Curiosità →