Ducati: moto sempre più digitali e connesse

Il futuro di Ducati sarà sempre più digitale, connesso ed elettrico, ma senza rinunciare allo stile e alle prestazioni.

claudio domenicali ad ducati

Ducati guarda al futuro, un futuro evoluto rispetto all’attuale concetto delle moto sportive e, stando a quanto dichiarato da Claudio Domenicali, CEO della casa di Borgo Panigale a margine della conferenza sui risultati finanziari del 2016 tenutasi ieri a Ingolstadt, sede del Gruppo Audi:

“Stiamo sviluppando un piano di nuovi prodotti innovativi che terrà conto dei macro trend globali”

E anche se non vedremo una Ducati elettrica prima del 2020, come dichiarato sempre dall’Amministratore Delegato, l’azienda di Borgo Panigale sta lavorando a progetti innovativi e ambiziosi che preserveranno i due elementi forti che costituiscono il brand bolognese: design e prestazioni. A breve, tutte le moto Ducati saranno sempre più digitali e connesse con sistemi che saranno in grado di aggiornare via web i prodotti sfruttando al massimo tutte le possibilità offerte dalla tecnologia. Per Claudio Domenicali si tratta di un passo molto importante per l’azienda:

"Un esempio sarà la seconda generazione della App Multistrada che presenteremo all'edizione 2017 di Eicma. Sarà una importante evoluzione della App che già esiste e che viene scaricata da 10mila utenti all'anno. Oggi si possono scaricare tutti i dati registrati dalle centraline e condividerli con altri appassionati, creando anche delle classifiche virtuali tra chi ha fatto il viaggio più lungo o la 'piega' più spinta".

Solo un assaggio a quanto sembra:

"Quella che arriverà tra qualche mese - ha detto Domenicali - sarà una release ancora più utile e coinvolgente. Ma non ci fermeremo qui, perché una versione 'rivoluzionaria' della App Multistrada è prevista per il 2020".

Il CEO di Ducati ha rivelato altre novità in serbo per il prossimo futuro:

"Abbiamo un gruppo di lavoro che studia ciò che sarà necessario per spostarsi nelle smart city oltre l'orizzonte del 2025. L'affollamento sulle strade richiederà sempre più veicoli compatti e di piccole dimensioni".

Una Ducati futuribile?

“Sarà in linea con un marchio premium, da sempre votato all'innovazione. E non è detto che non possa avere più di due ruote".

  • shares
  • Mail