Intervista Marc Marquez: "pronto a lottare in Qatar"

Il Campione del Mondo alla sua quinta stagione nel team Repsol Honda è pronto a difendere il titolo conquistato lo scorso anno.

marc marquez, intervista, 2017

Marc Marquez è pronto per affrontare la sua quinta stagione nel team Repsol Honda e a difendere il terzo titolo conquistato il 16 ottobre 2016, appena cinque mesi fa.
Il pilota spagnolo si dice motivato, i buoni risultati dei test pre campionato hanno dimostrato una continua evoluzione e in casa Honda c’è fermento per la prima gara della stagione 2017, ormai un classico, la notte del Gran Premio del Qatar, uno degli eventi più spettacolari dell’anno, come afferma Marquez in un’intervista tutta fatta in casa Repsol.

Tra due settimane inizia il Campionato del Mondo, tu come lo vedi?

“Arriviamo in questa stagione con una preparazione migliore rispetto a quella dell’anno scorso, ma ciò non vuol dire che il risultato sarà migliore. E’ vero, abbiamo lavorato molto bene fino ad adesso, fisicamente sono al 100% e dal punto di vista mentale sono molto motivato e cercherò di lottare anche quest’anno per la conquista del titolo.”

Come valuti la tua preparazione al pre campionato?

“Voglio sempre di più a livello tecnico, ricerchiamo la perfezione e tutto può essere migliorato, considerando l’ottimo livello che abbiamo raggiunto rispetto all’inizio del pre campionato abbiamo buone speranze per lottare per il podio a partire dalle prime gare.”

E’ molto diversa la moto che hai provato a Valencia da quella che sarà in pista il 26 marzo?

“E’ cambiata molto e in modi diversi. Abbiamo lavorato molto sull’elettronica, con un motore diverso abbiamo dovuto sistemare molte cose, soprattutto a livello di circuiti, perché, solitamente, durante il weekend di gara non abbiamo mai il tempo per collaudare il tutto.”

Sei pronto a lottare per la vittoria della gara di apertura?

“Vedremo. Abbiamo tutto il weekend per prepararci, ma inizieremo da un circuito un po’ ostico per noi e meno favorevole alle caratteristiche della nostra moto. Ma non escludiamo niente, inizieremo con la massima motivazione ed ambizione per vedere se siamo in grado di lottare per la vittoria sin dall’inizio.”

L’anno scorso abbiamo visto ben nove vincitori diversi. Cosa ti aspetti da questa stagione?

“Non credo che ci saranno ancora nove diversi vincitori, ma diversi piloti con possibilità di vincere. Forse non proprio nove, ma ce ne sono quattro o cinque che sono lì… Dipenderà anche dal tempo, lo scorso anno ha piovuto molto durante le gare e alcuni piloti hanno potuto rischiare di più sfruttando al meglio l’elettronica e le gomme.”

marc marquez, intervista, 2017

Quali saranno i tuoi principali avversari?

“Più o meno gli stessi piloti di ogni anno: Rossi, Viñales e Pedrosa. Vedremo come si comporterà Lorenzo, perchè può fare buone gare e l'incognita è se potrà lottare per il podio ogni domenica, cosa che ci dirà se sarà in grado di lottare per il campionato.”

E’ la tua quinta stagione in MotoGP, molti rider più giovani stanno emergendo, ti senti un po’ il veterano della classe?

“Tutto avviene in maniera così veloce, ma non mi considero un veterano perché ci sono piloti con il doppio o il triplo della mia esperienza, come Valentino Rossi. E’ vero che sono più ”maturo” dopo cinque anni, ma ogni anno è diverso con nuove situazione alle quali bisogna adattarsi al più presto.”

Che Marquez vedremo in questa stagione?

“Come dico sempre, dipende da ogni situazione, se sarò pronto potrò dare il 100%, in caso contrario cercherò di gestire le cose nel miglior modo possibile. Una delle lezioni che ho imparato nel 2015 e ho usato nel 2016 è essere coerente, anche se ci sono momenti durante la stagione in cui devi accollarti un po’ più di rischio.

  • shares
  • Mail