MotoGP 2016: i 5 momenti (più uno) cruciali della stagione

I momenti più importanti della stagione che ha decretato la vittoria di Marc Marquez.

La stagione 2016 della MotoGP si è chiusa oramai da tempo. Una stagione che ha coronato Marc Marquez campione del mondo. E' stato un mondiale sicuramente particolare, dettato dalla variabile dell'elettronica con software unico da un lato, ma anche dall'approdo del nuovo fornitore unico Michelin che ha portato a numerose cadute da un lato, ma anche ad un rimescolamento delle carte in tavola.

La stagione 2016 infatti, è stata sicuramente quella con il maggior numero di piloti ad aver vinto almeno una corsa: Marquez, Rossi, Lorenzo, Vinales, Pedrosa, Iannone, Dovizioso, Crutchlow, Miller. Nove piloti sul gradino più alto del podio.

E' stata la stagione che ha decretato Marquez campione grazie sopratutto alla sua intelligenza tattica. Se il 2015 è stato l'anno in cui Marc aveva collezionato fin troppe cadute, il 2016 di Marquez, fino alla conquista del titolo, è stato praticamente perfetto. Il tutto con una Honda che sembrava in profonda crisi ad inizio stagione, salvo poi risollevarsi sempre più.

Di contro, la Yamaha - data per grande favorita - chiude la stagione con un Rossi veloce si, ma non in grado di sfruttare le situazioni come l'annata precedente. Se nel 2015 l'italiano era riuscito a conquistare vittorie in fine settimana in cui non risultava essere il più veloce - basti pensare a Silverstone - nel 2016 il copione si è presentato diverso. Ed in questo caso la memoria cade - è il caso di dirlo - su Assen.

E' stato l'anno della crisi di Jorge Lorenzo, incapace di trovare un feeling profondo in condizioni di freddo o di basse temperature. E' stata la stagione del ritorno alla vittoria della Ducati - con Iannone prima e Dovizioso poi - ma anche della definitiva esplosione di Maverick Vinales, che riporta la vittoria alla Suzuki.

Un anno da ricordare questo 2016. In attesa di quello che ci riserverà il 2017...





  • shares
  • Mail