MotoGP, Yamaha: "Rossi ha sbagliato con Marquez nel 2015"

Lin Jarvis torna sulle polemiche di Sepang dello scorso anno: "Se Rossi stava tranquillo, il Mondiale sarebbe potuto finire diversamente..."

JEREZ DE LA FRONTERA, SPAIN - APRIL 21:  Lin Jarvis of Britain and Yamaha Factory Team  looks on during the press conference during the MotoGp of Spain - Previews at Circuito de Jerez on April 21, 2016 in Jerez de la Frontera, Spain.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

12 mesi dopo, il Mondiale MotoGP torna 'sul luogo del delitto' per il GP di Malesia (clicca qui per orari e copertura TV), penultimo round stagionale, ma - a differenza dello scorso anno - il campionato 2016 è già stato deciso con la vittoria del titolo da parte di Marc Marquez (Honda Repsol).

L'anno scorso il weekend di Sepang iniziò con una conferenza stampa incendiaria per via delle dichiarazioni di Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP), allora in lotta per il titolo con il compagno di squadra Jorge Lorenzo, che accusò Marquez di 'complottare' ai suoi danni con il connazionale per favorire il trionfo iridato di quest'ultimo.

La diatriba tra i due si consumò poi durante il GP, con il famigerato 'contatto con calcetto' che portò al ritiro di Marquez e alla conseguente penalità inflitta al 'Dottore' per il round finale di Valencia, nel quale Lorenzo poi si aggiudicò gara e Mondiale.

KUALA LUMPUR, MALAYSIA - OCTOBER 25:  Marc Marquez of Spain and Repsol Honda Team leads Valentino Rossi of Italy and Movistar Yamaha MotoGP   during the MotoGP race during the MotoGP Of Malaysia - Race at Sepang Circuit on October 25, 2015 in Kuala Lumpur, Malaysia.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

A distanza di un anno, il 'numero 1' delle attività sportive Yamaha Lin Jarvis è tornato sulla questione in alcune dichiarazioni rilasciate a 'La Gazzetta dello Sport', ammettendo che il fuoriclasse pesarese, a suo modo di vedere, aveva commesso degli errori nella gestione di quella intricata faccenda:

"Il 2015 è stato un anno difficile solo in Malesia. Vale era convinto che il (precedente) GP d'Australia fosse stato manipolato, poi la conferenza stampa di Sepang ha cambiato tutto. Avevo sperato che Valentino non dicesse nulla a riguardo."

"Spesso i piloti dovrebbero starsene più tranquilli, non credo che esprimere sempre la propria opinione sia necessariamente una buona idea. E questo concetto vale sia per Valentino che per Jorge. Se Rossi non fosse stato così duro in conferenza stampa a Sepang, sono abbastanza sicuro che ci sarebbe stata una tale e spropositata reazione da parte di Marquez. Ha fatto un errore".

Rossi Marquez Crash Sepang 2015

Il manager inglese ha poi spiegato meglio la sua opinione a riguardo:

"(Rossi) avrebbe potuto gestire questa situazione a Sepang in modo diverso e, forse, il campionato sarebbe terminato in un altro modo. Ma Jorge ha fatto comunque la sua parte, anche se si era sentito offeso da Valentino. Avrebbe potuto essere lui il campione se stava tranquillo, invece la situazione è esplosa. Ma sono piloti: sono 'caldi', emotivi, non si possono controllare, li puoi solo consigliare."

Jarvis ha inoltre detto che il successivo accordo tra Ducati e Lorenzo (che portò lui in Yamaha nel 2008) sarebbe secondo lui diretta conseguenza di quegli eventi:

"Ho sempre pensato che, se quella stagione si fosse conclusa in modo diverso, Jorge avrebbe rinnovato con Yamaha in quanto il nostro rapporto si è sempre basato sul rispetto e la sincerità. Le porte di Yamaha saranno sempre aperte per Lorenzo, almeno finché ci sarò io."

incidente-valentino-rossi-marc-marquez-sepang-motogp-2015.jpg

Jarvis si è comunque detto convinto che Rossi potrà regalare ancora tante gioie al team ufficiale dei 3 diapason:

"Vale non guarda ai prossimi due anni come agli ultimi, potrebbe anche continuare oltre. Quando arriverà il momento (di ritirarsi) lo capirà da solo. Lui è un leader, inizia ogni anno convinto di poter essere di nuovo campione!"

Il Direttore Sportivo di Yamaha ha poi concesso un'ultima opinione sul pilota che rimpiazzerà Lorenzo nel suo box, l'ottimo Maverick Viñales:

"Spero solo che il rapporto sia più facile che con Jorge. Lorenzo era arrivato da noi come una "giovane promessa" quando Vale era "il Re". Oggi vi è una certa differenza di età tra Maverick e Valentino, ma so che, nel momento in cui Viñales sarà vicino a Rossi, la dinamica delle cose cambierà."

Movistar Yamaha MotoGP's Italian rider Valentino Rossi (L) chases Repsol Honda Team's Spanish rider Marc Marquez (R) during the 2015 MotoGP Malaysian Grand Prix at the Sepang International Circuit on October 25, 2015.     AFP PHOTO / MANAN VATSYAYANA        (Photo credit should read MANAN VATSYAYANA/AFP/Getty Images)

  • shares
  • Mail