MotoGP, Carmelo Ezpeleta: Marquez bravo, ma Doohan meglio

Carmelo Ezpeleta, numero 1 di Dorna, pur tessendo le lodi al campione del mondo 2016 della MotoGP, Marc Marquez, ha affermato che lo spagnolo non è ancora al livello di una leggenda del Motomondiale.

carmelo-ezpeleta-motogp-2016-03.jpg

Tre titoli in quattro anni nella massima serie del motociclismo fanno di Marc Marquez un grande della MotoGP. A dirlo è Carmelo Ezpeleta, numero 1 di Dorna che, in una recente intervista ed in barba al campanilismo, ha affermato che le imprese del campione del mondo 2016 della top class non sono al livello di un'altra leggenda del Motomondiale.

A chi si riferiva, il CEO dell'azienda che ha fortemente voluto il campione di Cervera nella massima serie, spingendo affinché venisse eliminata la rookie rule, che sanciva l'impossibilità, per i debuttanti, di accasarsi in un team ufficiale di MotoGP? Forse a Valentino Rossi?

15 GP Japón 13, 14, 15 y 16 de octubre de 2016, circuito de Motegi. MotoGP, motogp, mgp, MGP, Mgp

No, per Ezpeleta il riferimento assoluto, quanto a filotti nella top class è Mick Doohan, con i suoi cinque allori iridati consecutivi nella allora classe regina della 500, pur senza nulla togliere al valore di quanto finora fatto dal suo giovane connazionale.

Il numero uno della MotoGP riconosce che Marquez abbia comunque dieci anni di meno dell'australiano nel momento del suo ritiro dalle competizioni e pertanto occorrerà vedere cosa avrà fatto a fine della sua vita agonistica il numero 93 della Honda, per fare un confronto.

mick-doohan-9jpg

Da Ezpeleta arriva anche una interessante riflessione sul come oggi, se si hanno i numeri, si arrivi prima, rispetto a tempo fa, sul palcoscenico del Motomondiale e, di conseguenza (pur se non sempre), anche nella massima categoria, a beneficio dei risultati in carriera, il tutto non senza fare un po' di propaganda, rimarcando la validità della formula Moto3-Moto2-MotoGP.

Il dirigente spagnolo ha quindi concluso affermando di attendersi comunque tre gare (quelle che mancano alla fine del campionato 2016) molto combattute, dal momento che Marquez sarà libero di correre senza condizionamenti, con Rossi e Lorenzo che battaglieranno per la corona di vice-campione del mondo, con il tutto a beneficio dello spettacolo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail