Codacons, esposto a FIM: "Sanzioni per Marquez e Lorenzo"

La vicenda Rossi-Marquez continua anche fuori dai paddock: il Codacons scrive un esposto alla FIM dove chiede "sanzioni nei confronti di Marquez e Lorenzo per condotta antisportiva".

KUALA LUMPUR, MALAYSIA - OCTOBER 22: (L-R) Jorge Lorenzo of Italy and Movistar Yamaha MotoGP, Valentino Rossi of Italy and Movistar Yamaha MotoGP and Marc Marquez of Spain and Repsol Honda Team look on during the press conference ahead of the MotoGP of Malaysia at Sepang Circuit on October 22, 2015 in Kuala Lumpur, Malaysia.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

La vicenda Rossi-Marquez ha subito lasciato trapelare un'interminabile scia di analisi e commenti da ogni parte del mondo. Chiunque ha voluto esporre la propria opinione sull'amaro fatto accaduto a Sepang domenica scorsa, dai personaggi più interni al circus della MotoGP ai politici.

Non ultimo, l'esposto presentato dal Codacons (Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori) nei confronti della Federazione Motociclistica Internazionale, dove si chiedono:

"Sanzioni nei confronti dei piloti Jorge Lorenzo e Marc Marquez per condotta antisportiva. Come è emerso dall'analisi delle immagini i due piloti hanno posto in essere, entrambi, un comportamento antisportivo diretto a danneggiare un diretto concorrente alla corsa alla conquista del mondiale. Sin dal precedente gran premio, tenutosi in terra Australiana, sia al recente Gp della Malesia, Marc Marquez ha posto in essere una condotta diretta a svantaggiare Valentino Rossi, al solo scopo di favorire Jorge Lorenzo."

"Come tutti hanno potuto vedere Marquez non ha opposto alcuna resistenza al sorpasso di Lorenzo, rendendosi poi partecipe di una condotta aggressiva e provocatoria nei confronti di Rossi, culminata con una testata. L'accordo tra i due piloti appare essere lampante e ciò determina la violazione del codice di condotta stabilito dal circuito, il quale deve essere sanzionato, con la massima sanzione prevista, ciò la sospensione prevista dall'articolo 3.2.1 che equivale alla perdita del diritto di partecipare al campionato, o la esclusione definitiva dalle corse."

Parole dure dunque, elementi che vanno ad infiammare ancor di più una vicenda piena di toni difficili da placare.

via | ANSA

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
68 commenti Aggiorna
Ordina: