MotoGP, Crutchlow: "Ducati tornerà presto alla vittoria"

Il pilota britannico, passato a LCR Honda dopo un solo anno da ufficiale Ducati, scommette su Dall'Igna e sul pronto riscatto della sua ex-squadra: "E' il team che lavora più duramente per cui ho mai corso."

Cal Crutchlow - Ducati MotoGP 2014

MotoGP 2015 - La stagione 2014 di Cal Crutchlow in Ducati è stata praticamente divisa in due parti: nella prima, il britannico ha pagato lo scotto di dover familiarizzare con una moto notoriamente scorburica come la Desmosedici, con l'infortunio alla mano nel round di Austin che sicuramente non lo ha aiutato a portare a casa risultati decenti; nella seconda, Crutchlow è invece sembrato aver trovato un feeling molto migliore con il prototipo bolognese, tanto da arrivare al podio di Aragon e sfiorare quello di Phillip Island (sfuggito per un incredibile caduta all'ultimo giro) dopo aver conquistato la prima fila in Australia.

Tra queste due fasi, in estate, si è però consumato anche il divorzio tra il 29enne di Coventry e la casa di Borgo Panigale, con entrambe le parti sicuramente insoddisfatte dei risultati ottenuti fino ad allora e pronte per una separazione consensuale. Crutchlow ha così potuto firmare per CWM LCR Honda, che gli metterà a disposizione una RC213V factory, mentre Ducati è stata sicuramente ben lieta di far posto nel team ufficiale al rampante Andrea Iannone, autore di una stagione 2014 sicuramente positiva con il team satellite Pramac Racing.

guarda le foto di Cal Crutchlow (Ducati MotoGP 2014)

In alcune recenti dichiarazioni raccolte dal britannico BikeSocial, Cal Crutchlow ha speso belle parole per la sua ex-squadra e per il lavoro di Gigi Dall'Igna, arrivato insieme a lui in Ducati lo scorso inverno e le cui capacità lo hanno decisamente impressionato. Riguardo alla voglia di vincere in Ducati, Crutchlow ha infatti osservato:

"E' la squadra che lavora più duramente per cui ho mai corso. Lavorano fino alle ore piccole del mattino per trovare l'assetto migliore, e questo non vale solo per la mia parte del garage: la crew di Andrea [Dovizioso] faceva lo stesso, e anche i ragazzi di Pramac Racing. C'è stato un momento dell'anno in cui io e Gigi [Dall'Igna] non abbiamo lavorato nel modo migliore, ma nelle ultimi cinque gare ero davvero arrivato a capire lui ed il suo modo di lavorare. E posso onestamente dire che, per me, lui è il migliore per la Ducati. Ci sono state delle incomprensioni, ma lui ha fatto un buon lavoro e lo si può vedere dai risultati. Basta metterli a confronto con quelli della stagione precedente"

guarda le foto di Cal Crutchlow (Ducati MotoGP 2014)

Poche settimane fa, dal canto suo, lo stesso Ingegner Dall'Igna si era rammaricato pubblicamente per non essere riuscito a seguire il pilota inglese come avrebbe voluto, forzatamente 'distratto' da quella che era la vera priorità dello scorso anno: la nuova moto 2015. La nuova GP15, firmata da Dall'Igna, non farà il suo debutto in pista prima del secondo test IRTA di Sepang (23-26 Febbraio), ma Crutchlow si dice convinto che la nuova 'rossa' sarà un successo, così come la nuova line-up piloti tutta italiana:

"Ducati avrà due piloti fantastici per la prossima stagione. Dopo la gara di Valencia, ho detto a Gigi [Dall'Igna] che gli sarei stato grato se si fosse concentrato maggiormente sul Mondiale Superbike in modo da non lavorare troppo sullo sviluppo della MotoGP, perché io sono sicuro che saranno di nuovo là davanti e che presto torneranno a vincere."


© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail