SBK Portimao 2014, Melandri: "Davvero un peccato"; Guintoli: "Mi dispiace"

Il team Aprilia Racing si 'lecca le ferite' dopo il clamoroso errore di Guintoli in Gara-2, che ha privato la squadra di Noale di una 'doppietta' praticamente certa: leggi le dichiarazioni dei piloti.

SBK Portimao 2014 - Gallery Gare

In casa Aprilia Racing, il round di Portimao del Mondiale SBK 2014 rimarrà certamente nella memoria di tutti come una clamorosa occasione sprecata. L'incredibile patatrac di Gara-2, con Sylvain Guintoli che speronava Marco Melandri dopo che i due avevano coronato la rimonta sul leader Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike) è sicuramente difficile da digerire per tutti, team e piloti, anche perchè a quel punto - con i due che giravano 1"5 più veloci dell'inglese sulla pista bagnata - l'ennesima 'doppietta' per la gara di Noale sembrava veramente a portata di mano.

In Gara-1, Melandri aveva conquistato un discreto quarto posto dopo aver duellato con Loris Baz (Kawasaki Racing Team) per il terzo gradino del podio, ma è stato nella seconda gara - con un meteo molto più aggressivo rispetto a Gara-1 - che il ravennate è sembrato avere davvero una grossa chance di portare a casa la vittoria, poi irrimediabilmente rovinata dal grossolano sbaglio del compagno di squadra.

SBK PORTIMAO 2014 - GALLERY GARE

In caso di vittoria, Marco Melandri avrebbe compiuto un sensibile balzo in avanti in classifica, e nella sua analisi 'a bocce ferme' non può che prevalere il rammarico per 'quello che poteva essere ma non è stato':

“E’ davvero un peccato, dopo aver sfiorato il podio in Gara1 avevo il ritmo per rifarmi sotto la pioggia di Gara2. Purtroppo è andata nel modo peggiore, mi dispiace perché potevamo concludere bene una grande rimonta. Sicuramente un’occasione persa, ma anche la conferma del fatto che io ed il mio team continuiamo a lavorare sempre con il massimo obiettivo. Avremo modo di rifarci nelle prossime gare”.

SBK PORTIMAO 2014 - GALLERY GARE

Sylvain Guintoli in Gara-1 aveva portato a casa un convincente secondo posto che gli consentiva di limitare i danni in classifica rispetto al vincitore Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), e per questo il suo errore in Gara-2 appare ancora più grave: con il britannico in netta crisi (poi 8° al traguardo), il transalpino aveva un'occasione d'oro per ridurre sensibilmente il divario in classifica, occasione che lui stesso ha maldestramente gettato alle ortiche. Risalito in sella dopo il contatto con Melandri, Guintoli è stato in grado di rimontare fino a precedere lo stesso Campione del Mondo sul traguardo, ma nel computo totale del weekend si tratta comunque di una magra consolazione:

“In Gara1 ho cercato di approfittare delle prime avvisaglie di pioggia, mi sentivo bene e avevo un buon ritmo. Quando però le condizioni sono tornate normali il gap con Sykes era troppo grande e mi sono dovuto accontentare del secondo posto. In Gara2 sia io che Marco eravamo nettamente più veloci degli avversari, purtroppo alla curva 5 Rea ha frenato molto presto e io ho provato ad inserirmi. Marco era all’esterno, mi si è chiuso lo sterzo su una sconnessione e siamo scivolati entrambi. Mi dispiace davvero per lui e per la squadra, avevamo alla portata un buon risultato. E’ stato un contatto di gara, purtroppo in queste condizioni è facile sbagliare”.

SBK PORTIMAO 2014 - GALLERY GARE

Oltre a danneggiare le sue chances in chiave titolo mondiale, l'imprecisione di Guintoli è costata cara ad Aprilia anche in termini di classifica costruttori, dove Kawasaki ha addirittura aumentato il suo vantaggio nonostante un fine settimana in chiaroscuro. Romano Albesiano, Responsabile Aprilia Racing, ha così commentato il round di Portimao:

“Le gare sono così, abbiamo pagato la voglia di vincere di due grandi piloti. Sono cose che succedono, e ovviamente è un peccato perché avevamo la possibilità di portare a casa un grande risultato e riaprire il campionato. Di positivo c’è che abbiamo dimostrato di essere veloci, grazie al grande lavoro di tutta la squadra, che ha affrontato al meglio una situazione difficile confermando ancora una volta tutta la nostra competitività. Lo testimoniano il risultato conseguito in Gara 1, e la straordinaria rimonta di Marco e Sylvain in Gara 2. Saremo sicuramente protagonisti del campionato fino all'ultima gara”.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: