Suzuki MotoGP 2015, Eugene Laverty con la XRH-1: prime immagini dal Giappone

Eugene Laverty, pilota del team Voltcom Crescent Suzuki in Superbike, si prepara al suo primo test in Giappone con il prototipo Suzuki XRH-1 MotoGP.

a:2:{s:5:"pages";a:3:{i:1;s:0:"";i:2;s:84:"Suzuki MotoGP 2015, Eugene Laverty prova la XRH-1 in Giappone: "E' la mia occasione"";i:3;s:89:"Suzuki MotoGP 2015, Eugene Laverty: "Proverò il prototipo XRH-1 in Giappone e Australia"";}s:7:"content";a:3:{i:1;s:3935:"

MotoGP - Eugene Laverty con la Suzuki XRH-1 a Okayama

E' finalmente arrivato il 'Gran Giorno' di Eugene Laverty. Come precedentemente annunciato - vedi le pagine successive di questo post - il forte pilota irlandese ha infatti ricevuto oggi il suo 'battesimo del fuoco' su una MotoGP, e su internet sono già iniziate a circolare le prime immagini che lo ritraggono in sella alla Suzuki XRH-1, il prototipo su cui la casa di Hamamatsu sta lavorando in vista del suo tanto atteso ritorno nella classe regina del Motomondiale.

Laverty ha effettuato il suo shake-down con il bolide quattro-cilindri-in-linea della casa giapponese sul tracciato di Okayama, nella parte meridionale del paese, tracciato per lui assolutamente nuovo, ma per il momento non c'è grande enfasi sulle sue prestazioni in quanto questo test gli servirà principalmente per trovare il giusto set-up 'di base' per la moto in vista della successiva sessione di Phillip Island, quando i tempi dell'irlandese potranno effettivamente essere confrontati con quelli del test-rider 'ufficiale' del progetto Suzuki MotoGP: l'esperto pilota francese Randy de Puniet. Quasi superfluo sottolineare come questo test sia di cruciale importanza per le aspirazioni di Laverty di diventare uno dei due piloti che andranno a comporre la line-up del team Suzuki 'factory' nella MotoGP del 2015.

MOTOGP - GALLERY EUGENE LAVERTY CON LA SUZUKI XRH-1 A OKAYAMA

Questo test di Laverty con la Suzuki XRH-1 è stato in qualche modo 'mascherato' dalla casa di Hamamatsu come una specie di 'premio speciale' per il 27enne nord irlandese, vincitore al debutto con la GSX-R 1000 nel Mondiale Superbike di quest'anno proprio a Phillip Island dopo il tormentato divorzio da Aprilia dello scorso inverno. Laverty, vice Campione del Mondo in carica delle 'derivate dalla serie', ha avuto solo 3 ore a disposizione sulla moto prima di preparasi alla trasferta in Australia, ma nel Tweet in calce si è già detto soddisfatto del mezzo:

"Solo 3 ore sulla Suzuki oggi a Okayama, ma è stato fantastico! La sento già come 'la mia moto'. E adesso avanti con Phillip Island."




Foto | Michael Laverty e Pippa Morson

";i:2;s:6414:"

Suzuki MotoGP 2015, Eugene Laverty prova la XRH-1 in Giappone: "E' la mia occasione"

SBK 2014 - Eugene Laverty - Voltcom Crescent Suzuki

Come annunciato lo scorso Aprile (vedi la seconda pagina di questo post), Eugene Laverty è pronto per il suo primo test in Giappone con la Suzuki XRH-1, nome provvisorio del prototipo MotoGP con cui la casa di Hamamatsu si prepara a fare il proprio rientro nella Premier Class del Motomondiale a partire dalla prossima stagione. Laverty, vice Campione del Mondo della Superbike nella quale attualmente corre con la GSX-R 1000 del team Voltcom Crescent Suzuki, si prepara quindi al suo vero e proprio battesimo su una MotoGP, ed è evidente che dall'esito di questo test (così come da quello succesivo in programma a Phillip Island) dipenderanno in buona parte le sue chances di fare parte del team ufficiale Suzuki in MotoGP della prossima stagione.

La sede di questo interessante 'provino' di Laverty sarà il circuito di Okayama, nel Giappone meridionale, una pista che forse alcuni appassionati ricorderanno per aver ospitato due edizioni del GP del Pacifico di Formula 1 a metà anni '90. Anche se il test è stato annunciato come una specie di 'ricompensa' per l'impressionante vittoria al debutto in SBK con la Gixer 1000 (nella Gara-1 di Phillip Island lo scorso Febbraio), ci sono pochi dubbi sul fatto che si tratti in realtà di un primo test sulle potenzialità dell'irlandese sulla 4-in-linea di Hamamatsu

SBK 2014 - EUGENE LAVERTY - VOLTCOM CRESCENT SUZUKI

Lo stesso Eugene Laverty - raggiunto da Crash.net - non ha fatto molto per nascondere la vera 'natura' di questa operazione:

"Non vedo l'ora di farlo, e la scorsa settimana ho fatto tutti i miei 'compiti a casa'. Mi stavo preparando per Donington [sede del più recente round del Mondiale SBK], ma allo stesso tempo mi sono informato su Okayama, che è un circuito completamente nuovo per me. Poi andremo a Phillip Island, che invece conosco bene, ma prima di allora avrò ancora un bel po' di cose da studiare."

"Non avrebbe senso andare lì e dire: "Voglio solo guidare la moto e godermi l'esperienza", perché questa è una grande opportunità. Spetta a me fare una buona impressione, è la mia occasione. Sarà dura, ma a Okayama - se il tempo sarà buono -avrò quattro ore a disposizione sulla moto per trovare un set-up con cui essere a mio agio."

SBK 2014 - EUGENE LAVERTY - VOLTCOM CRESCENT SUZUKI

Dopo il test in Giappone, Laverty raggiungerà il test rider ufficiale Suzuki Randy de Puniet a Phillip Island, dove si svolgerà il suo secondo test con la XRH-1. Con Suzuki che, notoriamente, è sulle tracce di Dani Pedrosa per il 2015, il confrotto diretto De Puniet-Laverty potrebbe essere un primo derby per decidere chi comporrà la nuova line-up del nuovo team ufficiale Suzuki MotoGP. E Laverty si aspetta di trovare il pilota francese in gran forma:

"[Nel test] A Phillip Island avrò a disposizione un giorno e mezzo, mentre Randy sarà in pista per il restante giorno e mezzo. E' un buon circuito per me, ma lo è anche per colui contro il quale saranno confrontati i miei tempi sul giro [de Puniet]: è stato il circuito su cui è andato più forte lo scorso anno [quando era in MotoGP con la ART del team Aspar], quindi possiamo stare certi che saprà cavarsela piuttosto bene da quelle parti."

"Fare il test nel mese di Giugno significa che il vento potrebbe essere davvero gelido: sarà la mia prima volta con le gomme Bridgestone e sarà un vero e proprio 'battesimo di fuoco'. Staremo a vedere, sarà sicuramente interessante."

SBK 2014 - EUGENE LAVERTY - VOLTCOM CRESCENT SUZUKI

Interrogato sul suo 'gran rifiuto' al team Ducati Pramac Racing per passare in MotoGP lo scorso invervo - prima che le nuove norme permettessero al team di beneficiare delle concessioni della classe Open - Laverty di è detto convinto di aver fatto la scelta giusta per quelle che erano le sue conoscenze al momento:

"E 'una domanda difficile, perché non mi piace guardare al passato col senno di poi. Avrei fatto le cose in modo diverso sapendo quello che sapevo in quel momento? No, non l'avrei fatto... Guardo al passato col senno di poi solo se ho preso una cattiva decisione per quelle che erano la informazioni a mia disposizione in quel momento, e non credo che questo sia il caso. Al tempo non sapevo che tutte e quattro le moto Ducati avrebbero aderito alla classe Open, quindi per me non fu affatto difficile prendere quella decisione".


SBK 2014 - EUGENE LAVERTY - VOLTCOM CRESCENT SUZUKI

";i:3;s:6009:"

Suzuki MotoGP 2015, Eugene Laverty: "Proverò il prototipo XRH-1 in Giappone e Australia"

Eugene Laverty sulla Suzuki MotoGP

Quando ieri abbiamo parlato del test svolto dal leggendario Kevin Schwantz ad Austin con il prototipo Suzuki MotoGP - la moto con cui la casa di Hamamatsu farà il suo rientro il prossimo anno nella classe regina del Motomondiale - avevamo accennato ad un Tweet pubblicato da Eugene Laverty nel quale il vice Campione del Mondo della Superbike preannunciava che presto, molto presto, sarebbe arrivato il suo turno di provare la XRH-1.


Laverty, che a fine 2013 ha lasciato il team ufficiale Aprilia per passare al team Crescent Suzuki di Paul Denning (conquistando la vittoria al debutto con la GSX-R 1000 nella Gara-1 di Phillip Island), aveva scelto Suzuki anche in virtù del fatto che la casa di Hamamatsu sta per tornare in MotoGP, e questo avrebbe in qualche modo 'facilitato' il suo approdo nel massimo campionato motociclistico di velocità su pista.

SBK 2014 - ROUND 01 PHILLIP ISLAND - GALLERY GARE

In una recentissima intervista rilasciata a Crash.net, il veloce pilota irlandese è andato maggiormente nel dettaglio per quanto riguarda il suo prossimo debutto sul prototipo Suzuki XRH-1 - nome che, lo ricordiamo, rimane al momento provvisorio - specificando che si tratterà di due test praticamente consecutivi, su due piste diverse, tra circa 6 settimane:

"Sarò in sella alla moto MotoGP a fine Maggio e ad inizio Giugno su un paio di piste diverse, e non vedo l'ora di guidarla. [I ragazzi del del Suzuki MotoGP Test Team] hanno sicuramente dovuto lavorare molto per far funzionare bene l'hardware, ma stanno andando nella direzione giusta. E' chiaro che vogliono tornare a correre visto che stanno completando la transizione tra il proprio hardware e quello Magneti Marelli [quello imposto ai team MotoGP dalla Dorna]."

SBK 2014 - ROUND 01 PHILLIP ISLAND - GALLERY GARE

Laverty ha già incontrato il Suzuki MotoGP Test Team in occasione dei test MotoGP di inizio anno a Sepang, conoscendo il Team Manager Davide Brivio e i test riders Randy de Puniet, Nobuatsu Aoki e Takuya Tsuda e rimanendo molto impressionato dallo stato attuale del progetto:

"Sono un bel gruppo, ho avuto delle buone sensazioni quando li ho incontrati a Sepang. In Malesia ho anche avuto modo di incontrare il capo del progetto, [Satoru] Terada-san, ed è stato davvero bello vedere quanto entusiasmo aveva all'idea di vedermi in sella alla moto."

"Ho atteso a lungo che arrivasse il mio momento per guidare la moto, ma ho dovuto anche rifiutare la mia prima opportunità perché sarebbe stata troppo vicino al round di Donington del Mondiale Superbike [il round 4 del 25 Maggio]. Guidare sotto il sole di Motegi era probabilmente l'occasione ideale per me, ma ho dovuto rinunciare in quanto ho bisogno di concentrarmi sul mio vero lavoro, e non posso lasciarmi influenzare da nient'altro."

GALLERY SUZUKI MOTOGP TEST TEAM 2014

Avendo rinunciato al possibile test di Motegi di metà Maggio, Laverty guiderà la XRH-1 dopo il round SBK di Donington Park su un'altra pista giapponese - apparentemente ancora da definire - e poi lo farà anche ad inizio Giugno a Phillip Island. L'irlandese però ci tiene a non caricare di aspettative il suo debutto sulla moto:

"Sarebbe stato diverso a Motegi, una pista dove corrono e dove vanno molto bene. Invece il primo test sarà su una pista in Giappone dove non si corre, e l'altro sarà a Phillip Island, dove farà davvero freddo. Mi piace Phillip Island, ma è un peccato che quandro andremo là noi il tempo farà schifo! Questo test avrà luogo nel giorno del mio compleanno, quindi sarà un bel regalo."

La domanda da un milione di dollari ovviamente riguarda le sue chances di essere uno dei piloti che faranno parte del team Suzuki MotoGP nel 2015, ma Laverty non si é scoperto troppo:

"Se mi sarò data l'opportunità di andarci sarà grandioso, ma io non voglio andarci e solo per essere lì e partecipare. Voglio esserci ed essere anche competitivo."

GALLERY SUZUKI MOTOGP TEST TEAM 2014

";}}

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: