Valentino Rossi con Yamaha fino al 2016

Valentino Rossi ha rinnovato con Yamaha fino al 2016. Annuncio imminente.

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:32:"Intervista di Rossi in primavera";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:3777:"

Non ci sono mai stati dubbi sul rinnovo di Valentino Rossi con la Yamaha. Il nove volte campione del mondo ha infatti rinnovato il proprio contratto con la Yamaha per i prossimi due anni. Probabilmente si tratterà dell'ultimo vero contratto da pilota professionista. Il campione di Tavullia ha ribadito più volte infatti "mi piacerebbe restare ancora due anni in Yamaha e finire con lei la mia carriera di pilota di moto.” Valentino correrà sulla Yamaha M1 fino alla fine del 2016.

La conferma del rinnovo del contratto di Valentino Rossi con la Yamaha è arrivata oggi con un tweet del nove volte campione del mondo "Sono molto felice di comunicarvi che guiderò la mia M1 anche per i prossimi due anni! @YamahaMotoGP", con un video sul canale ufficiale della Casa di Iwata che ha poi anticipato il comunicato ufficiale.




Queste il commento ufficiale di Valentino Rossi:

"Sono molto felice di annunciare che ho firmato un nuovo contratto con la Yamaha per continuare insieme in MotoGP per i prossimi due anni. Sono molto orgoglioso di questo annuncio. E' molto importante per me perchè mi piace lavorare con la mia squadra e tutti i ragazzi del team, sia i membri giapponesi ed europei che sono stati con me quasi tutta la mia carriera. E' fantastico perchè questo era il mio obiettivo; Volevo continuare, mi sento bene e sono motivato ​​a continuare a dare il mio meglio. Sono molto felice di poter continuare a guidare la mia YZR-M1, che è stato il mio amore per tanti anni e sarà ancora il mio amore di quest'anno e le successive due stagioni. Un grande 'grazie' a tutti, cercherò di continuare a dare il massimo per arrivare davanti e fare buone gare. Buon divertimento!"

Team Yamaha MotoGP di Valentino Rossi

Questo infine il commento di Lin Jarvis, Managing Director, Yamaha Motor Racing:

"Sono molto felice di aver concluso l'accordo con Valentino per il 2015 e il 2016. Dal suo ritorno in Yamaha nel 2013 è stata una esperienza molto positiva per tutte le persone coinvolte. Dopo due anni difficili 'lontano da casa' Valentino è tornato lo scorso anno, non solo per noi ma anche per la sua amata YZR-M1. Gli appassionati di corse di tutto il mondo erano felici di rivederlo competitivo in moto. Il "fattore divertimento" è fondamentale per Valentino per ottenere risultati - in realtà quando è venuto da noi nel 2004, una delle motivazioni più importanti per il suo passaggio alla Yamaha era il suo desiderio di creare un ambiente in cui poteva godere delle corse. Il suo godimento è evidente a tutti coloro che lo incontrano in occasione degli eventi MotoGP o che lo vedono in tv e si riflette nei suoi ottimi risultati di gara di quest'anno dove si trova attualmente in seconda posizione nel Campionato del Mondo. Sono felice di averlo con noi altri due anni ed è nostra intenzione che Valentino rimanga con la Yamaha fino alla fine della sua carriera sportiva e non solo."

    LEGGI ANCHE > Mercato MotoGP, Lorenzo: "Qualcosa non gira per il verso giusto con la mia moto"

";i:2;s:7820:"

Intervista di Rossi in primavera


Il nove volte Campione del Mondo Valentino Rossi in diretta esclusiva dagli studi di Sky Sport24 HD ha parlato del suo futuro, nelle corse e fuori dalla pista, degli avversari, delle ambizioni mondiali, sue e dei rivali spagnoli, dei giovani piloti italiani e del suo Sky Racing Team VR46. Presente fisicamente negli studi di Sky non poteva non parlare di calcio e della sua Inter.

Valentino Rossi, su cui Sky ha investito tutto, sia economicamente con il Team Moto3 Sky Racing VR46, sia a livello di immagine, ha confermato le sue intenzioni a voler rimanere nella squadra e con la casa che negli ultimi anni gli ha dato di più e con la quale ha fatto meglio:

"Penso che rinnoverò con la Yamaha"

Rossi, ha guidato tante moto bellissime, l’Aprilia, la Honda, la Ducati. Ma come lui stesso ha affermato in studio ieri:

Ma la mia moto preferita è sicuramente la Yamaha M1.

Una dichiarazione d'amore preventiva che mette le basi sul possibile rinnovo con la Yamaha. Dopotutto come abbiamo riportato ieri, Lin Jarvis crede molto in lui per questa stagione. E probabilmente ci crederà anche per le prossime. Rossi è un traino importate per il motociclismo e quindi anche per la Yamaha.

Alla domanda sul futuro fuori dalle corse motociclistiche, magari nei Rally, il nove volte campione del mondo di Tavullia ha risposto:

"Mi piacerebbe continuare a correre ancora, magari in macchina e poi per il resto non faccio dei progetti così tanto a lungo termine. Il Rally mi piace molto, è una mia grandissima passione. Ho corso un po’ in macchina, ho fatto dei rally, faccio il rally di Monza alla fine dell’anno, ho fatto anche dei rally di Mondiale, ma ho deciso che fino a quando posso e potrò correrò in moto. Poi vedrò."

Il prossimo 13 Aprile la MotoGP tornerà in pista ad Austin (Texas) il Gran Premio delle Americhe. Dopo la bella quanto inaspettata seconda posizione ottenuta dopo una battaglia epica con il giovane campione del mondo 2013 Marc Marquez il Dottore sa bene che gli esami non sono finiti.

"Sono sempre sotto esame, infatti sarà molto importante vedere il Texas e anche l’Argentina per capire se sono veramente più competitivo dell’anno scorso. Comunque l’anno scorso in Qatar era andata bene, ma il secondo posto di quest’anno è stato più bello.Sono stati abituati bene durante la mia carriera, ma adesso è più difficile. Però bisogna cercare di essere competitivi sempre, poi naturalmente vincere il Mondiale è difficilissimo, ma se stiamo davanti tutte le domeniche già va bene."

Vale ha parlato del vivaio di piloti italiani. Secondo lui i più forti, non a caso, son quelli della sua VR 46 Academy, il progetto, la scuola che si propone di promuovere la formazione e la crescita dei giovani piloti italiani.:

Ci sono tanti piloti italiani forti, secondo me, adesso dovranno crescere. Direi Fenati, Antonelli, Bagnaia, Morbidelli, c’è mio fratello che farà il CEV, c’è Bulega, me ne dimentico qualcuno. Comunque ce ne sono almeno 10 che potrebbero essere potenzialmente i miei eredi.

Non poteva certo mancare la domanda sullo Sky Racing Team VR46 Moto3:

"Sono soddisfattissimo, ci stiamo divertendo da matti con il team a lavorare con Sky. Ci stiamo mettendo a posto, abbiamo costruito intorno a Fenati e Bagnaia un team di altissimo livello. Devo dire che nella prima gara soprattutto Fenati ha un po’ “deluso” perché ci si aspettava molto di più da lui perché ha del potenziale. Ma siamo un team nuovo, quindi abbiamo bisogno di qualche gara per il rodaggio."

Seguono il resto delle domande sulle moto e sul calcio.

Cosa ne pensi di Marquez?

"È veramente bravo, mi fa preoccupare, è anche un ragazzo simpatico ed è uno che è sempre pronto alla lotta, uno che sa guidare benissimo la moto e ha una grande voglia di vincere sempre, di stare lì davanti, quindi è un grande avversario."



Hai paura che ti superi nei record?

"Ci vuole molto tempo, ma ha il potenziale per farlo. Non so se mi darà fastidio se mi supererà, per ora è dietro, deve ancora vincere tante gare. Speriamo di fregargliene qualcuna noi così ci metterà più tempo."

Hai mai avuto l’idea di smettere?

"No, non ho mai avuto l’idea di smettere, mi sento in forma, ma soprattutto mi dà gusto da matti correre, questa è la cosa più divertente che faccio nella mia vita, mi piace il mondo, mi piace il tipo di vita che si deve fare per essere un pilota della MotoGP, allenarsi, girare il mondo. Fino a quando sarò competitivo spero di continuare."

Nella tua carriera chi è stato l’avversario più forte?

Ne ho avuti tanti perché è da molto che sono lì: Capirossi in 250, poi in 500 Biaggi, Gibernau, ancora Capirossi, poi Lorenzo, Stoner, Pedrosa, adesso c’è Marquez. Sono sempre diventati un po’ più forti.

Qual è il circuito più difficile?

È più difficile un circuito che non ti piace. Austin è una bella pista, solo che l’anno scorso sono andato male, quindi di solito le piste dove si va male non piacciono tanto.
Com’è il rapporto con Lorenzo?

È buono. Siamo cresciuti molto insieme, ci siamo stati molto antipatici in passato, ma adesso c’è un grande rispetto, cerchiamo di lavorare tutti e due per migliorare la Yamaha. Naturalmente io sono il suo primo avversario e lui è il primo mio. Però mi piace essere il compagno di squadra di Lorenzo, spero rimanga in Yamaha.

Lorenzo è più nervoso quest’anno perché ti teme di più?

Non penso che sia nervoso perché teme me, ma penso di essere più competitivo dell’anno scorso e quindi di dargli più fastidio. Lui vuole battere Marquez e quindi quando non ce la fa si arrabbia, ma è normale.

Chi vince in MotoGP quest’anno?

Penso che Marquez diventerà il campione del mondo, così provo a portarli un po’ di sfortuna (ride, ndr).

E sul calcio...


Tu lo avresti fatto lo scambio Vucinic-Guarin?

Io non lo avrei fatto, mi sarei tenuto Guarin. Ero d’accordo con i tifosi anche se Vucinic naturalmente è bravissimo.

Dove può arrivare questa Inter?

L’altra sera l’ho vista e forse ho fatto anche io l’errore dei giocatori perché quasi non ho visto il secondo tempo, ma poi ho visto che hanno pareggiato. Sono dei problemi che bisognerebbe risolvere perché quando giochiamo bene siamo bravi. Sembra un progetto che ha un buon potenziale.

Con Mazzarri o senza?

Con Mazzarri, a me piace, mi sembra una persona seria. Però è difficile all’Inter.

Sei anche tu una vedova di Mourinho?

Come fa un’interista a non essere vedova di Mourinho, che ha fatto vincere tutto a noi che non siamo abituati...

QUI I VIDEO DI VALENTINO ROSSI A SKY SPORT24 HD";}}

  • shares
  • Mail
77 commenti Aggiorna
Ordina: