Pedrosa solo 6° a Sepang: "Colpa del jet-lag"

Lo spagnolo, unico portacolori del team Honda Repsol orfano dell'infortunato Marc Marquez, incolpa la sua scarsa forma fisica per l'opaco risultato nel primo giorno di test in Malesia.

MotoGP 2014 Test Sepang 2 - Day 1

Mentre il Campione del Mondo Marc Marquez è rimasto in Europa a rimuginare sul proprio perone fratturato, l'altro spagnolo del team Honda Repsol Dani Pedrosa si è invece sorbito il necessario volo intercontinentale per raggiungere Sepang, nuovamente sede dei test ufficiali IRTA della MotoGP, ma a quanto pare l'esperto pilota spagnolo non è riuscito a recuperare in tempo dalle fatiche del viaggio.

Nella prima giornata di test di oggi, Pedrosa non è infatti riuscito ad andare oltre il 6° posto con un miglior crono personale di 2:01.160, a soli 312 millesimi dal miglior tempo fatto segnare da Alvaro Bautista (GO&FUN Honda Gresini), ma è innegabile che ci si sarebbe aspettati di vederlo più in alto nella graduatoria dei tempi.

Nella prima tornata di test a inizio mese, Marquez aveva chiuso tutte e tre le giornate col miglior tempo, e anche per questo ci si sarebbe aspettati che Pedrosa 'sfruttasse' in qualche modo l'assenza dell'ingombrante compagno di box per mettersi maggiormente in luce.

Pedrosa - che ha poi confessato di soffrire un po' del jet-lag post-volo - è rimasto a guardare gli altri piloti dal box per la maggior parte della mattina, quando la pista era nelle sue condizioni peggiori, ma ha girato molto nel pomeriggio, completando in totale 47 giri. Il 28enne di Sabadell ha fatto oggi la sua scelta definitiva riguardo al telaio da usare ad inizio stagione, e nelle prossime due giornate lavorerà su mappature e set-up.

Dani Pedrosa comunque si dice fiducioso in merito ad un pronto riscatto già nella giornata di domani, giusto il tempo di recuperare qualche ora di sonno:

"Oggi non era la giornata migliore per fare il test. La pista era più sporca che mai, e non c'era molto grip. E' stato difficile trovare un buon feeling con la moto, che poi abbiamo ritrovato davvero solo alla fine della giornata. Ho avuto anche qualche problema di jet-lag e negli ultimi giorni non sono riuscito a dormire molto, quindi non sono affatto al massimo fisicamente. Ma, come ho detto, alla fine della giornata siamo riusciti ad andare un po' meglio. Vedremo se riuscirò a dormire meglio questa notte, poi domani continueremo a lavorare."

  • shares
  • Mail