MotoGP, Suzuki: De Puniet già ansioso di tornare a Sepang

La prima uscita stagionale del Suzuki MotoGP Test Team si è concentrata sulla nuova elettronica Magneti Marelli, ma il francese guarda già al prossimo test MotoGP in Malesia di fine mese.

Suzuki MotoGP Test Team 2014

A guardare le graduatorie dei tempi della MotoGP nelle tre giornate di test ufficiali IRTA a Sepang, si potrebbe avere l'impressione che Randy De Puniet e la Suzuki non siano riusciti a dar seguito alle incoraggianti prestazioni fatte vedere dal nuovo prototipo di Hamamatsu nel 2013, ma mai come in questa occasione il cronometro aveva decisamente poca importanza per gli uomini del team.

Nella giornata di apertura, il francese aveva chiuso 19° a 3"6 dal crono fatto registrare quel giorno da Marc Marquez (Honda Repsol), il secondo giorno era 20° a 3"1, e nella giornata finale chiudeva 17° contenendo appena sotto i 3 secondo il distacco dal nuovo record della pista firmato dal Campione del Mondo, ma in realtà sono altri i numeri che spiegano davvero il lavoro svolto dal team: avendo messo insieme nei tre giorni rispettivamente 75, 96 e 67 giri, la XRH-1 è stata infatti la moto che ha macinato più chilometri in ognuno dei tre giorni, e di conseguenza dell'intero test.

Il motivo di tale perseveranza in pista è presto detto: la nuova ECU Magneti Marelli imposta dalla Dorna, che ha fatto il suo debutto sulla Suzuki proprio in occasione di questo primo test di Sepang. Fino allo scorso anno infatti, la moto era equipaggiata con un pacchetto elettronico Mitsubishi, ed è evidente come un cambiamento di questa portata abbia richiesto un impegno extra per trovare subito l'affiatamento con il nuovo dispositivo.

Il miglior tempo personale fatto registrare da Randy De Puniet in Malesia è stato di 2:02.486, al terzo giorno, con un miglioramento di circa 1"4 rispetto alla prima giornata, e per il francese, alla luce delle finalità del test e della mole di lavoro svolto, si è trattato di un buon risultato. Nelle sue dichiarazioni al termine della terza giornata, l'esperto pilota transalpino ha detto di attendere con impazienza il prossimo test di Sepang a fine mese per verificare i progressi fatti:

"E' stato un test importante per iniziare il nostro sviluppo con la nuova elettronica Magneti Marelli e abbiamo avuto un sacco di lavoro da fare. Questa mattina abbiamo migliorato l'interazione con il motore, mentre nel pomeriggio abbiamo faticato di più sul controllo di trazione. La pista oggi era peggio in termini di aderenza, ma nel complesso i tre giorni sono stati molto positivi. E adesso ne sappiamo di più in merito a cosa fare per il prossimo test. Torneremo di nuovo qui molto presto e spero di essere in grado di progredire ulteriormente facendo ulteriori miglioramenti".

Satoru Terada, Project Leader & Team Director del Team Suzuki MotoGP, ritiene che il lavoro svolto dal team a Sepang sia stato molto produttivo per gettare le basi dello sviluppo 2014, anno che precede quello del già annunciato ritorno di Suzuki in MotoGP:

"Questo primo test di Sepang ha rappresentato per noi la prima occasione per testare in pista la ECU Magneti Marelli. In primo luogo, avevamo bisogno di capire come funzionano le cose con questo nuovo sistema di controllo del motore, e questo era il nostro obiettivo primario per questo test. Abbiamo visto che ci sono molte cose su cui lavorare, ma la maggior parte di queste non sono nulla di inaspettato, quindi credo che abbiamo concluso 'Sepang 1' in modo positivo, un buon punto di partenza per il nostro sviluppo in questo anno così importante."

"Dobbiamo comunque ammettere che abbiamo un po' faticato per quanto riguarda il miglioramento dei tempi sul giro, ma presto saremo di nuovo in fabbrica per lavorare su questo aspetto, fare ulteriori collaudi e portare avanti lo sviluppo per avere una moto più progredita e competitiva per il prossimo test di Sepang."

Davide Brivio, Team Manager della squadra, ha affidato a Twitter alcune sue brevi considerazioni del dopo-Sepang:

"Il test di Sepang non è stato facile per Suzuki, ma questo è il lavoro di sviluppo. Era la prima volta con l'elettronica Magneti Marelli, e c'erano molte cose da capire."


Aggiungendo:

"Torneremo di nuovo a Sepang alla fine di Febbraio e proveremo anche nuove parti. Continueremo a lavorare sul progetto Suzuki MotoGP cercando di migliorare."


  • shares
  • Mail