Dovizioso: "Il vento crea problemi e in curva non riesco ad aprire come vorrei"

Il forlivese della Ducati, 10° in entrambe le sessioni di libere del Gran Premio di Australia, Hayden 8° nelle FP2. Le dichiarazioni dei piloti Ducati.

MotoGP Australia 2013 - Prove Libere

I tifosi delle rosse ricorderanno con nostalgia i bei tempi in cui Casey Stoner dominava a Phillip Island, vincendo sul suo circuito di casa per quattro anni consecutivi in sella alla Desmosedici. Oggi, al termine della prima giornata di libere del Gran premio di Australia, i piloti di Borgo Panigale hanno rimediato l'ennesimo risultato poco esaltante, con Nicky Hayden 8° e 9° nelle due sessioni e Andrea Dovizioso 10° in entrambe, a 1.8 secondi da Jorge Lorenzo.

Entrambi i piloti si sono dichiarati soddisfatti ma, viste le premesse, sembra ci si dovrà accontentare di un altro week end con le rosse dietro a tutte le Honda e le Yamaha, come sta accandendo praticamente dall'inizio della stagione. Dovizioso ha patito più di altri l'insistenza del vento, che su un tracciato a pochi metri dall'oceano è un'incognita insidiosa, oltre a trovare alcune difficoltà in alcune curve, dove non riesce a spingere al massimo:

“Oggi c’era il sole, a differenza di ieri, e non è facile trovarlo a Phillip Island in questa stagione. Solo che il vento era veramente forte, e con le MotoGP diventa tutto più difficile. In alcune curve il vento laterale fa perdere il supporto sull’avantreno, che si alza e si sposta un po’ verso l’esterno. Per il resto non è andata male: il nuovo asfalto è bello e con molte meno buche. Ma è il vento il vero problema per tutti, forse per noi è un po’ più complicato controllarlo però come tempi non sono messo male. Abbiamo lavorato tantissimo per adattare la moto a queste condizioni, perché in molte curve non posso aprire quando vorrei e quindi qui ho dei problemi diversi rispetto alle altre piste. Abbiamo fatto alcuni cambiamenti di setup un po’ particolari, che facciamo di solito qui in Australia, ma per il momento non basta. Domani cercheremo di migliorare.”

MotoGP Australia 2013 - Prove Libere
MotoGP Australia 2013 - Prove Libere
MotoGP Australia 2013 - Prove Libere
MotoGP Australia 2013 - Prove Libere

Nicky Hayden ha chiuso con un miglior crono di 1’30.609, 15 centesimi meglio del forlivese. Lo statunitense, con Ducati, ha ottenuto il suo miglior piazzamento a Phillip Island nel 2010, quando chiuse 4° alle spalle di Stoner, Lorenzo e Rossi. Vediamo le sue considerazioni al termine della prima giornata di libere:

“Devo ammettere che il nuovo asfalto è davvero ottimo. C’è tanto grip e la pista è liscia dappertutto. Devo fare i miei complimenti agli organizzatori perché è molto più divertente girare su questo tracciato con più grip e senza le buche. Avrei fatto volentieri a meno del vento, che ci ha reso la vita più difficile oggi, ma è così per tutti e dobbiamo affrontare la situazione. Nel turno del mattino le cose sono andate abbastanza bene, nonostante abbia perso un po’ di tempo nel box a causa di un piccolo problema con un sensore. Nel pomeriggio abbiamo iniziato il turno con lo stesso treno di gomme, facendo buona parte della distanza di gara, e il calo non è stato eccessivo. Vorrei comunque essere più rapido nelle curve veloci. La mia GP13 va abbastanza bene, ma a dire la verità mi aspettavo di essere un po’ più vicino ai primi.”

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail