Laverty soddisfatto della pole del venerdì: "C’è margine per migliorare"

Superbike 2013 - Aragon - Venerdì

Il team Aprilia Racing è arrivato al Motorland Aragon con i gradi di Campione del Mondo ed con i suoi due piloti appaiati in cima alla classifica del Mondiale dopo la 'doppia doppietta' messa a segno Phillip Island, nel round di apertura del Mondiale, che naturalmente ha proiettato la squadra di Noale al primo posto solitario anche nella classifica costruttori. Continuando sulla stessa falsariga, la prima giornata del weekend di gara di Aragon si è chiusa di nuovo sotto i migliori auspici per lo squadrone veneto, con l'irlandese Eugene Laverty che ha conquistato il primo posto nelle qualifiche ed il francese Sylvain Guintoli sesto a quasi 6 decimi dal compagno.

Con il tempo di 1:58.548, Laverty è stato il più rapido nella sessione cronometrata del pomeriggio, ma non quello dell'intera giornata: questo riconoscimento va infatti a Marco Melandri, autore di uno strepitoso 1:58.510 nelle libere del mattino che però non è riuscito a replicare nel pomeriggio. Mentre Melandri è stato uno dei pochi piloti a non migliorarsi nelle qualifiche, Eugene Laverty invece ha limato oltre un secondo all'1:59.651 con cui aveva chiuso al quinto posto la FP1, ed la sua soddisfazione a fine giornata è evidente:

"Oggi abbiamo lavorato molto sull’elettronica visto che nelle libere di stamattina non mi soddisfaceva, specialmente in ingresso di curva. C’è ancora del margine per poter migliorare ma siamo sulla strada giusta, i tempi ci danno ragione. Dobbiamo solo rendere più facile mantenere il ritmo per più giri, in ottica gara. Domani vedremo, sicuramente il circuito offrirà più grip quindi adatteremo il nostro setting per essere pronti domenica”.

Superbike 2013 - Aragon - Venerdì
Superbike 2013 - Aragon - Venerdì
Superbike 2013 - Aragon - Venerdì
Superbike 2013 - Aragon - Venerdì

Il francese Sylvain Guintoli ha accusato nei confronti del compagno un ritardo di 596 millesimi, e a fine giornato non ha esitato a fare autocritica:

“Oggi non ho guidato bene, ma la posizione ed il gap con i migliori non sono preoccupanti. Sembra che la moto lavori molto bene, ho solo bisogno di rilassarmi e guidare con tranquillità. Il fatto che non abbia mai ottenuto buoni risultati ad Aragon mi rende forse troppo teso, ed il mio stile di guida deve essere fluido per rendere al meglio. Credo che una bella dormita mi permetterà di scendere in pista domani nelle migliori condizioni, visto che la mia RSV4 è molto efficace su questa pista”.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: