Aprilia Caponord 1200 2013 al Motodays, Salone di Roma

Aprilia Caponord 1200

Durante la giornata inaugurale del Motodays 2013, con Max Biaggi (guarda la video intervista) in veste di ospite d'onore, è stata finalmente svelata la versione definitiva della Aprilia Caponord 1200, presentata per la prima volta all'ultima edizione di EICMA (guarda il video) e che a breve verrà lanciata sul mercato.

La Caponord segna il ritorno della casa di Noale nel combattuto segmento delle enduro stradali, puntando sulle prestazioni, la tecnologia e il design: unisce una personalità tipica del design italiano coniugata a un corpo snello e a un carattere sportivo che traspare chiaramente dai tratti stilistici e dallo “sguardo” aggressivo che contraddistingue tutte le moto Aprilia.

Una moto nata per viaggiare e macinare chilometri nel massimo confort: per questo sono state evolute al massimo le soluzioni aerodinamiche (dal cupolino al parabrezza regolabile in altezza), fino ad accorgimenti come i paramani e i particolari profili delle fiancate laterali, progettati per essere poco invasivi ma offrire ampia protezione al pilota e al passeggero.

Aprilia Caponord 1200 è dotata di un'elettronica molto evoluta, a partire dalle sospensioni semiattive ADD, che adeguano automaticamente la taratura a seconda delle condizioni dell’asfalto e della guida adottata dal pilota; inoltre la novità assoluta dell’ammortizzatore dotato di sistema di controllo automatico del precarico molla, esclusiva brevettata da Aprilia, in grado di rilevare automaticamente il carico che grava sulla moto (solo pilota, passeggero, bagagli, etc.) ed adeguare automaticamente il precarico al valore ottimale per il funzionamento della sospensione posteriore.

L'esperienza decennale di Aprilia nelle competizioni e le decine di titoli conquistati non potevano non fornire un contributo notevole: l’acceleratore Ride by Wire multimappa ad esempio, il traction control regolabile nell’intervento su tre livelli e l’ABS a due canali (entrambi escludibili).

Discorso a parte merita il motore, un bicilindrico a V di 90°, dalla tecnologia costruttiva molto avanzata e derivato da un attento studio della fluodinamica interna, volta a migliorare la combustione, diminuire gli attriti, massimizzando le prestazioni e ottenere un’erogazione più progressiva fin dai bassi regimi e che può erogare un massimo di ben 125 cv a 8250 giri minuto.

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: