Motodays, intervista a Max Biaggi: "Una penitenza andare alle gare senza correre"

Tornato dall'Australia, dove ha debuttato in cabina di commento accanto a Guido Meda, Max Biaggi è special guest nella prima giornata del Motodays 2013 - Fiera di Roma, il Salone Moto e Scooter del Centro-Sud Italia, giunto alla quinta edizione. Prima del taglio del nastro, dove il Corsaro è stato affiancato dal Presidente della Fiera di Roma Mauro Mannocchi e dalle autorità locali, Max ci ha concesso questa intervista dove ci ha raccontato del suo primo approccio col microfono e col commento di gara.

Visibilmente contento per il ruolo ricoperto, dopo il ritiro dalle corse avvenuto lo scorso ottobre, Max ci è sembrato deciso e molto sicuro di se nell'intraprendere questa nuova strada, dove ha preso il posto di Mauro Sanchini. Chi ha seguito la prima gara del WSBK 2013, ha avuto modo di vedere come il Corsaro ha fin da subito preso dimestichezza col microfono e con l'analisi accurata delle gare.

"Il Nostradamus delle Moto", così lo ha chiamato un suo fan su Twitter, un soprannome che il Campione romano ha apprezzato parecchio, visti gli avvenimenti che si sono succeduti durante le gare di Phillip Island. Molto contenti anche i suoi nuovi colleghi di lavoro, che hanno apprezzato tantissimo il debutto di Max al microfono della cabina di commento. Terminata l'intervista, Biaggi ha continuato il suo giro d'onore lungo i padiglioni della Fiera, accompagnato da una lunga fila di fan che, armati di cellulare e pennarello, sono riusciti a strappargli foto e autografi da conservare gelosamente e mostrare agli amici.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: