MotoGP: Danilo Petrucci trionfa a Le Mans

Il ternano della Ducati centra la prima vittoria stagionale in Francia davanti a Alex Marquez e Pol Espargarò; Dovi 4° recupera su Quartararo nel Mondiale

Dopo aver condotto la corsa per quasi tutta la sua durata, Danilo Petrucci (Ducati Team) si è aggiudicato una meritatissima vittoria nel GP di Francia della MotoGP, sua seconda affermazione personale in carriera e prima di quest'anno giunta al termine di un periodo particolarmente avaro di soddisfazioni per lui, nel quale è arrivato anche l'annuncio del divorzio dalla casa bolognese a fine stagione.

Il ternano, autore di un'eccellente prestazione sul bagnato, si è imposto a Le Mans sulla vera grande sorpresa di giornata, lo spagnolo Alex Marquez (Honda Repsol), autore di una grandiosa rimonta dalle retrovie per centrare un inatteso primo podio in carriera nella Premier Class, e sul connazionale di quest'ultimo Pol Espargarò (Red Bull KTM Factory Racing), che il prossimo anno ne prenderà il posto nel team ufficiale HRC.

L'arrivo della pioggia a pochi minuti dalla partenza, con gara conseguentemente dichiarata "wet" dalla Direzione Gara, ha inevitabilmente scombussolato i piani dei piloti già in griglia, costretti a rientrare al box per il cambio gomme e una velocissima ripartenza con procedura accelerata e distanza-gara ridotta a 26 giri.

Il pole-man e leader del Mondiale Fabio Quartararo (Petronas SRT Yamaha), favorito della vigilia, è scattato subito male al via scendendo subito in 4a posizione, ma peggio di lui ha fatto Valentino Rossi (Monster Energy Yamaha), scivolato dopo poche curve e subito ritirato per collezionare il suo terzo "zero" stagionale.

Petrucci riusciva ben presto a farsi largo e a conquistare il comando tallonato dall'altra Desmosedici ufficiale di Andrea Dovizioso e da quella "satellite" di Jack Miller (Pramac Ducati), imponendo un'andatura insostenibile per un Quartararo presto sopravanzato da numerosi avversari, a cominciare da uno scatenato Alex Rins (Ectsar Suzuki) e da Polyccio Espargarò.

Rins era il primo ad agganciare il terzetto di testa, poco dopo un attacco ben riuscito del "Dovi" al "Petrux" che aveva permesso al forlivese di portarsi al comando. Lo spagnolo della Suzuki a quel punto sembrava averne di più ed il suo primo attacco alla coppia di ducatisti per prendersi la testa della corsa, al 18° giro, lo vedeva inserirsi tra i due ma penalizzando fortemente Dovizioso, retrocesso al 4° posto dopo essere stato infilato anche da Miller.

La malasorte ha però giocato un brutto tiro all'australiano nel giro immediatamente seguente, con un problema tecnico alla sua Desmosedici GP che lo costringeva al ritiro togliendogli la possibilità di giocarsi le sue chances per il podio. Nel giro successivo è stato invece lo stesso Rins a uscire dalla contesa, a causa di una scivolata, riprendendo poi la via della pista ma senza raggiungere più la zona punti.

Dopo questo doppio "colpo di scena", Alex Marquez, che aveva da poco superato Pol Espargarò, si ritrovava così al terzo posto e con un Dovizioso in evidente crisi di gomme nel mirino. L'iridato della Moto2 si gettava quindi all'inseguimento dell'italiano per infilarlo a 3 giri dalla fine, imitato poco dopo da Espargarò. A quel punto però, Petrucci era ormai irraggiungibile.

Quinto posto per un'altra Desmosedici, quella del francese Johann Zarco (Esponsorama Racing) davanti al portoghese Miguel Oliveira (Red Bull KTM Tech3), al giapponese Takaaki Nakagami (LCR Honda IDEMITSU) e al test-rider tedesco di HRC Stefan Bradl (Honda Repsol) mentre alle loro spalle era Quartararo ad aggiudicarsi la lotta per il 9° posto davanti a due avversari diretti per il titolo, gli spagnoli Maverick Vinales (Monster Energy Yamaha) e Joan Mir (Suzuki Ecstar).

Tre punticini iridati per Francesco Bagnaia (Pramac Racing), ritiro causa scivolata per Franco Morbidelli (Petronas SRT Yamaha), entrambi comunque mai entrati nella contesa per le posizioni di testa.

Per effetto dei risultati di oggi, Quartararo sale a quota 115 punti nella classifica del Mondiale Piloti e vanta ora 10 lunghezze di vantaggio su Mir, 18 su Dovizioso e 19 su Vinales. Nel Mondiale Costruttori, Yamaha mantiene invece un vantaggio di 19 punti su Ducati quando mancano ancora 6 round al termine della stagione.

Il prossimo appuntamento del Motomondiale è previsto tra soli 7 giorni al Motorland Aragon, in Spagna, tracciato che ospiterà due gare consecutive in altrettanti fine settimana.

MotoGP Francia 2020 | Risultati Gara

1 Danilo PETRUCCI | ITA | Ducati Team 45'54.736
2 Alex MARQUEZ | SPA | Repsol Honda Team +1.273
3 Pol ESPARGARO | SPA | Red Bull KTM Factory Racing +1.711
4 Andrea DOVIZIOSO | ITA | Ducati Team +3.911
5 Johann ZARCO | FRA | Esponsorama Racing +4.310
6 Miguel OLIVEIRA | POR | Red Bull KTM Tech 3 +4.466
7 Takaaki NAKAGAMI | JPN | LCR Honda IDEMITSU +5.921
8 Stefan BRADL | GER | Repsol Honda Team +15.597
9 Fabio QUARTARARO | FRA | Petronas Yamaha SRT +16.687
10 Maverick VIÑALES | SPA | Monster Energy Yamaha MotoGP +16.895
11 Joan MIR | SPA | Team SUZUKI ECSTAR +16.980
12 Brad BINDER | RSA | Red Bull KTM Factory Racing +27.321
13 Francesco BAGNAIA | ITA | Pramac Racing +33.351
14 Aleix ESPARGARO | SPA | Aprilia Racing Team Gresini +39.176
15 Iker LECUONA | SPA | Red Bull KTM Tech 3 +51.087
16 Alex RINS | SPA | Team SUZUKI ECSTAR +1'14.190

Non classificati:
Jack MILLER | AUS | Pramac Racing
Franco MORBIDELLI | ITA | Petronas Yamaha SRT
Cal CRUTCHLOW | GBR | LCR Honda CASTROL
Tito RABAT | SPA | Esponsorama Racing
Bradley SMITH | GBR | Aprilia Racing Team Gresini
Valentino ROSSI | ITA | Monster Energy Yamaha MotoGP

MotoGP 2020 | Classifica Mondiale Piloti

1 Fabio QUARTARARO | FRA | Yamaha | 115
2 Joan MIR | SPA | Suzuki | 105
3 Andrea DOVIZIOSO | ITA | Ducati | 97
4 Maverick VIÑALES | SPA | Yamaha | 96
5 Takaaki NAKAGAMI | JPN | Honda | 81
6 Franco MORBIDELLI | ITA | Yamaha | 77
7 Jack MILLER | AUS | Ducati | 75
8 Pol ESPARGARO | SPA | KTM | 73
9 Miguel OLIVEIRA | POR | KTM | 69
10 Danilo PETRUCCI | ITA | Ducati | 64
11 Brad BINDER | RSA | KTM | 62
12 Alex RINS | SPA | Suzuki | 60
13 Valentino ROSSI | ITA | Yamaha | 58
14 Alex MARQUEZ | SPA | Honda | 47
15 Johann ZARCO | FRA | Ducati | 47
16 Francesco BAGNAIA | ITA | Ducati | 42
17 Aleix ESPARGARO | SPA | Aprilia | 24
18 Iker LECUONA | SPA | KTM | 18
19 Cal CRUTCHLOW | GBR | Honda | 13
20 Bradley SMITH | GBR | Aprilia | 11
21 Stefan BRADL | GER | Honda | 8
22 Tito RABAT | SPA | Ducati | 8
23 Michele PIRRO | ITA | Ducati | 4

MotoGP 2020 | Classifica Mondiale Costruttori

1 YAMAHA | 170
2 DUCATI | 151
3 KTM | 125
4 SUZUKI | 118
5 HONDA | 92
6 APRILIA | 32

MotoGP 2020 | Classifica Mondiale Squadre

1 PETRONAS YAMAHA SRT | 192
2 TEAM SUZUKI ECSTAR | 165
3 DUCATI TEAM | 161
4 MONSTER ENERGY YAMAHA MOTOGP | 154
5 RED BULL KTM FACTORY RACING | 135
6 PRAMAC RACING | 121
7 LCR HONDA | 94
8 RED BULL KTM TECH 3 | 87
9 REPSOL HONDA TEAM | 55
10 ESPONSORAMA RACING | 55
11 APRILIA RACING TEAM GRESINI | 35

  • shares
  • Mail