Malaguti: 15 giorni allo STOP!

Malaguti

L'ennesimo colpo basso della crisi colpisce ancora il mondo delle due ruote italiane: la Malaguti cesserà la produzione il 15 aprile, giusto il tempo necessario per completare gli ultimi scooter in catena di montaggio, successivamente inizierà la cassa integrazione straordinaria fino a ottobre. Nella mattinata di ieri Antonino e Marco Malaguti hanno detto che al momento non c'è nessun compratore interessato al marchio di Castel San Pietro e i 180 dipendenti si sono riuniti questa mattina in assemblea in sciopero per decidere cosa fare.

Antonino all'uscita dal Palazzo della Provincia ha dichiarato: "Stiamo cercando, seriamente di andare avanti". Al momento in magazzino rimangono 6.500 moto che aspettano di essere smistate nei concessionari, e 180 operai che finora sapevano che c'era ancora qualche possibilità. "È da un po' che chiedevamo perché gli ordini si fossero fermati e loro ci dicevano di stare buoni, perché dopo eravamo coperti".

"Abbiamo viaggiato con voi su due ruote da sempre, non scaricateci adesso" è lo slogan degli operai disperati in protesta, padri di famiglia per i quali Malaguti è tutto. Uno degli impiegati suggerisce: "Questi ragazzi non se lo meritavano, scrivetelo". Adesso si aspettano altre novità dai tavoli della provincia, sperando che questa brutta storia abbia un buon epilogo al più presto.

via | Repubblica

  • shares
  • Mail
35 commenti Aggiorna
Ordina: