Honda Hornet: i segreti del nuovo motore bicilindrico

Scopriamo tutti i segreti del motore bicilindrico da 92 cv di potenza che equipaggerà la nuova Honda Hornet.

Sappiamo ormai che la nuova Honda Hornet è pronta al tornare sul mercato, spinta da un inedito bicilindrico parallelo. Dunque, la naked giapponese, abbandona il classico quattro cilindri in linea, in favore di un propulsore più versatile e godibile su strada.

Già con i primi bozzetti del concept, resi pubblici lo scorso maggio, abbiamo avuto modo di notare le linee affilate. Sappiamo ancora poco, però, a livello di prestazioni.

Oggi, grazie al video diffuso dalla stessa Casa Madre, possiamo scoprire di più sul nuovo motore che equipaggerà la prossima generazione di Hornet.

Honda Hornet: un motore tutto nuovo

Finalmente Honda ha deciso di rilasciare informazioni ufficiali suo nuovo motore che spingerà la nuova Hornet. Si tratta di un bicilindrico parallelo da 755 cc, con distribuzione Unicam a 8 valvole, capace di erogare una potenza massima di 92 cv (67,5 kW) a 9.500 giri/min e di una coppia massima di 75 Nm a 7.250 giri/min.

Il propulsore, dunque, alimenterà la tradizione sportiva della naked giapponese, fatta di quattro cilindri dall’erogazione eccitante fino al limitatore, ma questa volta, offrendo una consistente coppia fin dai bassi regimi.

Compatto e leggero, il motore assicurerà accelerazioni istantanee e riprese prontissime, in qualsiasi rapporto, accompagnato da un sound definitozoppicante“, figlio degli scoppi irregolari tipici del manovellismo a 270 gradi.

Ad enfatizzare il tutto, ci penserà, poi, il sistema di scarico ad alte prestazioni, dal suono cupo ai bassi e medi regimi, che si trasforma in graffiante al salire dei giri.

Le dichiarazioni di Fuyuki Hosokawa, Capo Progetto dei Test

Il Capo Progetto dei Test per lo sviluppo della Hornet Concept, Fuyuki Hosokawa, è stato anche l’incaricato dello sviluppo della superbike CBR1000RR-R Fireblade.

“La Hornet è sempre stata una moto molto speciale per Honda. Le eccitanti, coinvolgenti prestazioni, sono sempre andate a braccetto con una superlativa maneggevolezza. – ha dichiarato Fuyuki Hosokawa – Prima di cominciare questo progetto, abbiamo pensato a lungo e in modo approfondito a che tipo di prestazioni volevamo offrire al pilota. Sapevamo che era essenziale mantenere la tipica cattiveria della Hornet agli alti regimi, ma che allo stesso tempo, in quanto Hornet di nuova generazione per i tempi moderni, volevamo che il motore fornisse una sensazione di coppia davvero sostanziosa, accompagnata dal sound zoppicante che rende coinvolgenti anche i bassi e medi regimi. Il nostro obiettivo è sempre stato quello di coniugare queste caratteristiche di erogazione con la massima agilità e maneggevolezza, per rendere ogni momento della guida, anche in città, davvero divertente e appagante.

Per ottenere il tipo di performance e agilità che volevamo, sapevamo che avremmo dovuto sviluppare un motore bicilindrico a “corsa corta” tutto nuovo, con manovellismo a 270 gradi. Questo tipo di propulsore non avrebbe soltanto sviluppato quel tipo di erogazione agli alti regimi, ma anche una consistente coppia ai regimi bassi e medi, l’ideale per guidare sia nei tratti urbani che per fiondarti fuori dalle curve su strada aperta”.

Ultime notizie su Honda

News e anteprime delle moto Honda. CBR1000RR, Hornet, VFR1200F, CBR600RR e tutti i modelli storici, collezionismo, foto spia, concept, prezzi, prestazioni, schede tecniche, prove su strada, presentazioni, commenti e anteprime.

Tutto su Honda →