Ecco perché Suzuki lascia la MotoGP: il comunicato ufficiale con i motivi del ritiro

La decisione è stata presa alla luce dell’evoluzione del mercato e rientra in una strategia di allocazione delle risorse utili a garantire il business

In seguito alle notizie sull’addio alla MotoGP a fine stagione, Suzuki prova a fare chiarezza sulla vicenda spiegando nel dettaglio come stanno le cose. Ecco la nota diffusa dal marchio Giapponese, che conferma l’intenzione lasciare la competizione al termine di questa stagione e ne spiega i motivi.

Ecco perché Suzuki lascia la MotoGP

Suzuki sta valutando la possibilità di lasciare la MotoGP alla fine della stagione 2022 e sta negoziando un piano di uscita con l’organizzatore Dorna. La decisione è stata presa alla luce dell’evoluzione del mercato e rientra in una strategia di allocazione delle risorse utili a garantire il business complessivo di Suzuki, in particolare nelle aree della sostenibilità, della neutralità delle emissioni di carbonio e delle tecnologie dei carburanti alternativi.

Suzuki Motor Corporation, unitamente alle proprie filiali europee, è stabilmente impegnata nel mercato del vecchio continente e continuerà a produrre e vendere motocicli Suzuki di qualità ed eccellenza. Suzuki Motor Corporation investirà sullo sviluppo di nuovo modelli anche in virtù dei recenti successi di Suzuki Hayabusa, della serie GSX-S – 950/1000 e della GSX-S1000GT. Nonostante le sfide degli ultimi due anni legate alla pandemia globale Suzuki prosegue nella strada intrapresa e presenterà diversi nuovi modelli nel prossimo futuro.

Ultime notizie su MotoGP

Tutto su MotoGP →