Damon HyperFighter Colossus svelata al CES 2022

La canadese Damon Motors amplia la sua gamma elettrica con la nuova HyperFighter Colossus, una battagliera “naked” da 200 CV prodotta in edizione limitata.

La start-up canadese Damon Motors – che già aveva attirato la nostra attenzione un paio d’anni fa grazie alla superbike elettrica HyperSport Pro – ha sfruttato il palcoscenico internazionale offerto dal CES 2022 di Las Vegas per presentare ufficialmente la sua nuova HyperFighter Colossus, un’agguerrita naked “zero emission” da 200 CV che sarà prodotta in edizione limitata a 100 esemplari e che dovrebbe anticipare un modello da lanciare presto su larga scala con specifiche meno pregiate.

Rispetto alla futura e più economica versione standard, che dovrebbe chiamarsi HyperFighter Unlimited, la Colossus offre un elegante forcellone monobraccio, ruote in fibra di carbonio e la “solita” combinazione di sospensioni Ohlins e freni Brembo adottata da tutte le moto che vogliono classificarsi “di fascia alta”. Tutto ciò, naturalmente, contribuisce ad elevare il prezzo fino a 35.000 dollari (circa 30.900 Euro agli attuali tassi di cambio).

La Unlimited 20, che sostituirà tutto quanto elencato sopra con componentistica meno pregiata, dovrebbe costare sui 25.000 dollari (circa 22.100 Euro), mentre la “entry-level” Unlimited 15, con un motore meno potente da 150 CV e una batteria più piccola, dovrebbe costare attorno ai 19.000 dollari (circa 16.700 Euro). La “Colossus” può essere prenotata sul sito web ufficiale di Damon Motor dietro una caparra di 250 dollari, mentre ne serviranno 100 per ordinare le “Unlimited” (un configuratore on-line per questo modello dovrebbe essere disponibile entro Marzo).

La Colossus condivide lo stesso powertrain della già citata HyperSport, che Damon chiama “HyperDrive” e consiste in un telaio monoscocca che incorpora motore raffreddato a liquido (capace di 200 Nm di coppia), pacchetto batterie da 20 kWh ed elettronica, a cui viene connesso tutto il resto. La velocità massima dichiarata di quasi 275 km/h – quasi 50 km/h in meno rispetto all’HyperSport – e un’autonomia di circa 230 km. Con il caricabatterie rapido integrato, basteranno 45 minuti per arrivare all’80% della carica della batteria.

La moto potrà inoltre avvalersi di un’avanzata suite di supporti elettronici alla guida chiamata “CoPilot”, che impiega telecamere e radar per monitorare il traffico circostante a 360° (con warning dei pericoli sia sul cruscotto che con vibrazione delle manopole) e sfrutta un sistema di raccolta dati su cloud per valutare il proprio stile di guida e altre variabili.

Altra interessante caratteristica è rappresentata dal cosiddetto sistema “Shift”, studiato per cambiare attivamente l’ergonomia del veicolo. In pratica, sarà possibile spostare semi-manubri e pedane verso l’alto o verso il basso con il semplice tocco di un pulsante, scegliendo tra una posizione di guida eretta e confortevole oppure una più accovacciata “da competizione”.

Ultime notizie su Anticipazioni

Anticipazioni dal mondo delle due ruote con le ultime indiscrezioni, le interviste dei dirigenti, le tendenze del mercato, i rumors, le novità dei saloni moto.

Tutto su Anticipazioni →