Caro carburante: il Governo proroga il taglio delle accise al 2 maggio

Viene così scongiurato l’aumento che sembrava ormai inevitabile al termine del sostegno del Governo

Buone notizie per automobilisti e motociclisti. Il Governo, dopo aver ridotto le accise sui carburanti di 25 centesimi al litro per 30 giorni (quindi dal 22 marzo al 21 aprile), per alleggerire l’impatto del caro carburanti sui consumatori, ha prorogato la misura fino al 2 maggio, scongiurando così l’aumento che in molti si sarebbero aspettati nelle prossime settimane.

«Oggi ricordo che con decreto ministeriale firmato da me e dal ministro Cingolani abbiamo esteso di 10 giorni l’abbattimento di 25 centesimi dell’accisa su benzina e gasolio utilizzando il sovra-gettito Iva, quindi l’abbattimento dell’accisa viene esteso da oggi al 2 maggio», ha detto il ministro dell’Economia, Daniele Franco, al termine del Cdm che ha dato il via libera al Def, il Documento di economia e di finanza.

A quanto pare, però, come è accaduto anche per il primo intervento del Governo di cui accennavamo sopra, anche in questo caso lo sconto effettivo sul prezzo della benzina dovrebbe essere superiore ai 25 centesimi: dovrebbe essere infatti di poco più di 30 centesimi (cifra che comprende anche l’IVA).

Ultime notizie su Varie

Varie

Tutto su Varie →