Max Biaggi: i “botti di Capodanno” arrivano dalla Aprilia Tuono V4 X

Direttamente dal terrazzino della casa di Max Biaggi a Montecarlo, i “botti di Capodanno” della Aprilia Tuono V4 X con scarico Akrapovic

Max Biaggi ha festeggiato l’arrivo del nuovo anno a modo suo: direttamente dal terrazzino della sua casa di Montecarlo, i “botti di Capodanno” della Aprilia Tuono V4 X, esaltata dallo scarico Akrapovic.

Così, il Corsaro ha deliziato i vicini e, successivamente noi, ma solo mediante un video pubblicato sui suoi canali social, con il meraviglioso sound del quattro cilindri a V della sua Tuono V4 X. La versione “X” della naked di Noale si può considerare, ormai, una supersportiva a manubrio alto.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Max Biaggi (@maxbiaggiofficial)

Aprilia Tuono V4 X

Aprilia Tuono V4 X si presenta con una appendice aerodinamica derivata dal prototipo RS-GP della MotoGP, e con una speciale livrea dedicata, denominata “Bol d’Or”. Nome scelto proprio perché ispirata dalla RSV 1000 R Factory che prese parte all’edizione 2006 della gara di durata francese.

Il motore V4 da 65° da 1100 cc deriva da quello che equipaggia la RSV4 1100 Factory e si avvale del filtro dell’aria dalla maggior permeabilità disponibile sul mercato, un elemento Sprint Filter utilizzato anche da Aprilia Racing in MotoGP. L’impianto di scarico è, invece, firmato dagli sloveni di Akrapovic e si compone di collettori in titanio che sfociano in un terminale in carbonio. La potenza massima sale, così, dai 217 CV dell’unità di serie a 221 CV all’albero.

La dotazione elettronica è stata rivista con mappature di controllo motore e dinamica del veicolo sviluppate da Aprilia Racing. Le mappature sono tutte “full power” e ottimizzate per lo scarico racing, quindi per un uso esclusivamente in circuito. Di serie il cambio elettronico assistito anche in scalata, la strumentazione TFT a colori con sensore GPS integrato e la pulsantiera per la gestione dei principali controlli elettronici in stile racing.

Per quanto riguarda la ciclistica, basata sul telaio a doppia trave in alluminio, troviamo le sospensioni semi-attive Öhlins Smart EC 2.0. e un impianto frenante Brembo racing, con pinze GP4-MS ricavate dal pieno, così come la pompa radiale.

I Video di Motoblog