Honda CBR400R 2020 pronta per il Giappone

La nuova versione della piccola sportiva Honda, riservata solo al mercato domestico, si presenta con poche ma ben mirate novità

Qualche giorno fa Honda ha svelato la sua nuova CBR400R per il 2020, una piccola sportiva veloce e leggera che però, sfortunatamente, non potremo apprezzare dalle nostre parti. Come la precedente generazione, infatti, questo modello è destinato al solo mercato giapponese mentre il resto del mondo dovrà "accontentarsi" della CBR500R, una moto molto simile eppure proporzionalmente più "docile" malgrado la maggior cilindrata.

La nuova CBR400R, in realtà, non presenta grandi sconvolgimenti rispetto al precedente modello che si appresta a rimpiazzare: il motore è in pratica lo stesso bicilindrico parallelo DOHC da 399 cc e 45 CV con PGM-Fi fuel injection, unità che però pare sia stata leggermente modificata per favorire un utilizzo principalmente "da pendolare".

La caratteristica di maggior impatto di questo modello sta nella sua azzeccata estetica, che prende come punto di riferimento le "sorellone" della famiglia CBR (in particolare l'ultima Fireblade, dalla quale mutua anche l'ultima versione del logo CBR) per proporre uno stile decisamente aggressivo, abbinato comunque alla stessa ergonomia della CBR500R.

La Honda CBR400R 2020 è infatti sì dotata di semi-manubri, ma la posizione di guida non è troppo aggressiva per permetterne un utilizzo sempre abbastanza comodo, sia per gli spostamenti in città che per il touring. La capacità del serbatoio resta di 17 litri, e con con consumi dichiarati nell'ordine dei 28-29 km/l (sul ciclo WMTC) dovrebbe riuscire a garantire una buona autonomia.

A completare il "quadro" ci sono inoltre i gruppi ottici full-LED a entrambe le estremità, la strumentazione completamente digitale, l'ingombrante scarico a doppia uscita, la frizione antisaltellamento, il cambio a 6 velocità e le leve regolabili.

La CBR400R 2020 sarà disponibile nelle concessionarie Honda del Giappone a partire dal 31 Luglio a poco più di 800.000 Yen (circa 6.600 Euro agli attuali tassi di cambio), ma ci sono pochissime possibilità di vederla sbarcare in Europa. Prima dell'esplosione dell'emergenza Coronavirus, si diceva che Honda avesse in programma di lanciare 4 nuove moto da 500 cc entro fine anno (inclusa una una nuova CBR500R), ma al momento non ci sono ancora conferme ufficiali su tali intenzioni.

  • shares
  • Mail