Brad Pitt alla manifestazione per George Floyd in sella ad una BMW molto particolare

L'attore e produttore cinematografico statunitense ha cercato di mantenere l'anonimato, in mezzo ad una folla di oltre 50.000 manifestanti, presentandosi in felpa (con tanto di scritta "George Floyd") e casco integrale. Certo è che la sua moto non poteva passare inosservata

Sono numerose le manifestazioni legate alla scomparsa di George Floyd, in seguito all'arresto ad opera della polizia di Minneapolis. Manifestazioni che hanno interessato, negli ultimi giorni, anche altre Paesi, compreso il nostro.

Sulla vicenda, ancora da chiarire totalmente, hanno espresso il loro parere anche personaggi pubblici, come Lewis Hamilton, da sempre schierato contro il razzismo e ogni forma di discriminazione, o ancora Brad Pitt, che si è presentato alla manifestazione di Los Angeles con una originalissima BMW R nineT, parecchio customizzata.

L'attore e produttore cinematografico statunitense ha cercato di mantenere l'anonimato, in mezzo ad una folla di oltre 50.000 manifestanti, presentandosi in felpa (con tanto di scritta "George Floyd") e casco integrale. Certo è che la sua moto non poteva passare inosservata. La BMW R nineT utilizzata da Brad Pitt, infatti, è stata modificata dal customizer Kaichiroh Kurosu, della Cherry's Company, e si ispira alla BMW R7, prodotta in un solo esemplare nel 1934.

La R7 era una moto rivoluzionaria, per quei tempi, ritenuta troppo costosa da produrre, considerata la condizione economica e politica degli anni '30. Per questo motivo, finì presto nel dimenticatoio.

Brad Pitt conferma ancora una volta la sua sfegatata passione per le due ruote: lo abbiamo visto, infatti, fra gli spettatori della MotoGP, o in sella a particolari mezzi risalenti alla Seconda Guerra Mondiale (sarà stato influenzato dal film di Quentin Tarantino, Bastardi senza gloria?).

Fonte: dailymail.co.uk

  • shares
  • Mail