Tourist Trophy, il Coronavirus non ferma l'edizione 2020

Le autorità dell'Isola di Man comunicano che al momento i preparativi per il TT 2020 procedono regolarmente

Il Tourist Trophy non si fa fermare dal Coronavirus: con un recente comunicato stampa le autorità dell'Isola di Man hanno voluto tranquillizzare appassionati e addetti ai lavori in merito al regolare svolgimento dell'edizione 2020 della celebre road race mannese, in programma dal 31 maggio al 12 giugno prossimi. L'attenzione rimane ovviamente alta, ma al momento non sembrano esserci ragioni per prospettare battute d'arresto, ritardi o cancellazioni del TT di quest'anno.

Rebus sic stantibus, il Tourist Trophy 2020 quindi si correrà: al momento non si registrano sull'Isola casi di Coronavirus e la situazione è di "basso rischio" secondo il Governo mannese.

"Il Governo dell'Isola di Man sta attentamente monitorando la situazione del COVID-19 sull'Isola (...) per mantenersi pronto a ogni situazione" si legge nel comunicato "Sebbene la minaccia sull'Isola di Man rimanga bassa, vengono continuamente presi in considerazione tutti i possibili scenari, come da indicazioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità in casi come questo". "Il rischio è basso e la preparazione al TT 2020 prosegue" si rassicura "Il lavoro procede normalmente per garantire un altro Tourist Trophy di successo".

Come riporta il sito specializzato RoadRacingCore le iscrizioni all'edizione 2020 si sono chiuse la scorsa settimana con un totale di 332 piloti per le categorie a due ruote e 48 equipaggi per i sidecar, con 20 nazionalità e ben 5 continenti rappresentati.

  • shares
  • Mail