Redding "molto contento" del 1° podio in Ducati

L'asso britannico, "debuttante" nel Mondiale Superbike, centra il suo primo podio con la Panigale V4 R a Phillip Island: "Gara fenomenale!"

Il Mondiale Superbike 2020 è ufficialmente riaperto oggi le ostilità con una spettacolare Gara-1 a Phillip Island, in Australia, risoltosi con un sprint mozzafiato tra quattro piloti che ha premiato Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha), splendido vincitore per 7 millesimi sul coriaceo Alex Lowes (Kawasaki Racing Team), mentre il "rookie di lusso" Scott Redding (Aruba.it Ducati) ha centrato il 3° posto a soli 41 millesimi dal veloce talento turco.

Con questo risultato, Redding è così riuscito a incamerare quello che era il suo obiettivo dichiarato della vigilia, ovvero il primo podio in SBK alla prima uscita sulla Panigale V4 R, conquistato partendo dalla prima fila (dopo il convincente 2° posto in qualifica) e dopo aver guidato la gara dal 12° al 16° giro. Nell'ultimo giro, il 27enne inglese ha fatto del suo meglio per centrare addirittura il "bersaglio grosso", sfruttando la potenza del bolide bolognese sul rettilineo finale, ma alla fine ha dovuto arrendersi allo spunto finale di Razgatlioglu e Lowes.

A fine giornata, Redding ha comunque accolto con grande soddisfazione il risultato raggiunto al debutto da pilota ufficiale Ducati in Australia:

"Sono molto contento per come abbiamo iniziato la stagione oggi, sia per la prima fila conquistata questa mattina che per il podio in Gara-1 di questo pomeriggio. Avevo già detto che chiudere la corsa di oggi nelle prime tre posizioni sarebbe stato un grande risultato per me, e per questo ringrazio tutto il team per il grande lavoro fatto fino ad ora."

"Ad ogni modo, posso dire che questa è stata una gara davvero fenomenale: ci siamo dati battaglia fino alla fine e credo che questo sia piaciuto molto a chi ci ha guardato da casa e, soprattutto, a chi era presente al circuito!"

  • shares
  • Mail