Motomondiale test, quando Pasolini trovò il Montjuich “occupato” dalla MV di Agostini e la Benelli tornò a casa

La Benelli va al Montjuich per fare provare la 350 a Pasolini ma trova i cancelli chiusi. Dentro c'è Agostini-MV in... esclusiva

[img src="https://media.motoblog.it/c/c6d/agostini-pasolini2.jpg" alt=" Il “Paso”, quel beffardo “scherzo” della signora in nero
Per chi per motivi anagrafici o perché disinteressato alle corse non sa cos’era il motociclismo de: “I giorni del coraggio” e non può neppure immaginare le differenze con il Motomondiale odierno torniamo a fine anni ’60 a una “questione particolare” fra la MV Agusta e la Benelli, fra Agostini e Pasolini. Oggi, come noto, anche per i test, tutto è regolato e non si sgarra. I protagonisti del mondiale 2020 saranno impegnati a Losail da sabato 22 a lunedì 24 febbraio per l’ultima sessione di prove ufficiali in vista del primo round iridato stagionale, sempre in Qatar nel week end del 6-8 marzo. Una volta non era così e ogni Casa e ogni pilota prima dell’inizio dei campionati faceva quel che voleva o, a dirla meglio, quel che poteva, andando a girare nel circuito più vicino possibile o in uno dei pochi disponibili, in genere l’autodromo di Modena o quello di Monza, meteo permettendo, o Vallelunga nei pressi di Roma.

Succedeva di tutto, e di più. Come ad esempio quella volta – correva il 1967 – che c’era alta tensione fra le due principali Case italiane MV Agusta e Benelli e i loro vessilliferi Giacomo Agostini e Renzo Pasolini. Alla vigilia del GP di Spagna la Benelli decide di fare provare a Pasolini sul tortuosissimo circuito del Montjuich la nuova 350 4 cilindri ad inizio settimana prima dei turni ufficiali del venerdì e del sabato. La squadra parte da Pesaro verso Barcellona domenica notte con il furgone pieno con due moto e due motori nuovi di zecca e tutto il resto. Dopo una tirata di 1500 chilometri, a Barcellona la brutta sorpresa: non si può entrare nel parco perché i cancelli sono … chiusi. Montjuich chiuso? Esclamano increduli quelli della Benelli? Sì, occupato. Il circuito è stato prenotato in esclusiva dalla MV Agusta e nessuno può entrare, tanto meno provare. Non c’erano i telefonini e le comunicazioni fra squadra e Casa erano difficili. Alla fine, trovato a Barcellona un telefono, da Pesaro arriva la risposta: “tornate a casa!”. Girato il furgone, la squadra abbandona Barcellona e la Spagna puntando su Monza dopo essersi assicurati che nessuno l’aveva prenotata. Altri tempi.

  • shares
  • Mail