Ducati Monster 659 EB616 by Ellaspede

Una brillante rivisitazione della naked di Borgo Panigale firmata dall'intraprendente customizer di Brisbane, con tanti pezzi italiani...

Nel 2011 venne lanciato in Australia il Ducati Monster 659 ABS - in pratica un 696 con cilindrata leggermente ridotta per adattarsi alla normative locali - e tra le varianti disponibili del modello c'era anche una particolare Valentino Rossi Special Edition, realizzata durante il biennio di permanenza del Dottore nel team ufficiale MotoGP di Borgo Panigale.

Ed è proprio su una di queste Special Edition dedicate al "Dottore", immatricolata nel 2012, che l'australiana Ellaspede ha realizzato una delle sue ultime creazioni, il suo Monster 659 EB616, una special modificata più nella forma che nella sostanza ma contraddistinta da un impatto estetico decisamente singolare, che non può certo lasciare indifferenti.

Sebbene l'architettura tecnica originale sia stata giudicata per la maggior parte soddisfacente per le finalità del progetto, secondo gli uomini di Ellaspede mancava comunque ancora un qualcosa a questa moto per trasudare la tipica "cattiveria" dei modelli Ducati, in modo particolare a livello di estetica e di sound.

Per intervenire sulla prima, si è cercato aiuto in Italia, trovandolo nel visionario approccio del designer piemontese Paolo "Tex" Tesio, che tramite la sua Tex Motorbike ha fornito la carenatura frontale e il sottopancia, poi leggermente modificate in Australia per il montaggio. Il minaccioso scarico QD Ex-Box è stato scelto anche per la sua "affinità estetica" con il secondo elemento.

Il faro anteriore è quello originale ma è stato montato più in basso su un supporto realizzato appositamente per lo scopo, mentre le frecce sono state estratte dal catalogo Rizoma. Il manubrio originale e relativi riser sono stati scartati e rimpiazzati da semimanubri Woodcraft (imponendo un'altra leggera modifica al cupolino) alle cui estremità spuntano i nuovi specchietti, orientati verso terra.

Il codone è quello originale, solo ripulito al massimo dagli orpelli di fabbrica all'insegna del minimalismo. Con la verniciatura in rosso e bianco si è voluto mettere in risalto il DNA italiano di questa moto, scegliendo un aggressivo disegno "proiettato in avanti" che non può passare inosservato. Menzione speciale per i classici loghi Ducati dipinti sul serbatoio, le bandiere italiane sul telaio a traliccio e l'enorme lettering Ducati all'interno dei cerchi.

La posizione di guida risulta certamente più aggressiva rispetto al normale Monster, ma il risultato finale ci sembra davvero riuscito quanto meno in termini di estetica generale. Per conoscere le altre creazioni della Ellaspede di Brisbane e dare un'occhiata al loro ampio catalogo di accessori, non esitate a visitare il loro sito web ufficiale o la loro pagina Facebook.

Le foto del modello, ufficiali, sono state realizzate da A.J. Moller Photography.

  • shares
  • Mail