Nuova Suzuki Hayabusa in arrivo nel 2021?

Prendono forza i rumors che vorrebbero il ritorno dell'iconico modello nella gamma di Hamamatsu con nuove motorizzazioni Euro 5.

Sono passati solo 12 mesi da quando Suzuki annunciava il "pensionamento" della sua poderosa GSX-R 1300 Hayabusa, la sua iconica super-sportiva che per molti anni è stata additata come la moto di produzione più veloce del mondo, ma sembra che i numerosi fans di questo storico modello non dovranno attendere poi molto per conoscerne la naturale erede.

Come noto, la decisione di Suzuki di abbandonare la produzione della Hayabusa era direttamente collegata alle sempre più stringenti norme sulle emissioni adottate dall'Unione Europea, che dal 2017 impone a tutte le moto nuove gli standard Euro 4. Dal 1° Gennaio 2019, ovvero al termine del periodo di "transizione" di quella normativa, la Euro3 Hayabusa era così diventata a tutti gli effetti "fuorilegge" nel Vecchio Continente. E nel 2020 entrerà pure in vigore l'Euro 5...

Le ultime indiscrezioni sul futuro del nome Hayabusa arrivano dal britannico Bike Social che ha pubblicato i disegni relativi a due richieste di omologazione avanzate da Suzuki e pubblicate dall'Ufficio Brevetti giapponese la scorsa settimana: la prima riguarda un elemento aggiuntivo per il controllo delle emissioni, delegato ad assorbire i fumi del motore; la seconda il design della coppa dell'olio, riprogettata per impedire all'olio di scivolare all'interno.

Al netto di queste innovazioni, obiettivamente poco entusiasmanti, i citati disegni mostrano anche altri elementi della moto che sembrerebbero confermare la tesi che la prossima generazione della Hayabusa presenterà un telaio completamente nuovo e ben più snello ad avvolgere una versione rinnovata del suo classico motore, ovvero un prestante 4-in-linea raffreddato a liquido che nella sua ultima "incarnazione" da 1.340 cc era accreditato di 197,2 CV di potenza e 155 Nm di coppia.

Secondo "affidabili fonti giapponesi" citate dallo stesso Bike Social, il propulsore della "Busa 2021" guadagnerà circa 100 cc rispetto all'ultima versione, un incremento in cubatura che dovrebbe compensare le "perdite" di potenza causate dalle limitazioni degli standard Euro5. Ad ogni modo, se l'intenzione è quella di insediarsi di nuovo sul trono della "più veloce", sembra lecito aspettarsi un output ben superiore alla soglia dei 220 CV, ormai alla portata delle più prestanti superbike in circolazione.

Restano naturalmente molti gli interrogativi che circondano la nuova Suzuki Hayabusa, specialmente per quanto riguarda lo styling che verrà adottato per il modello, ma noi continueremo a monitorare la situazione per farvi conoscere subito le ultimissime...

  • shares
  • Mail