Marquez ospite del Barça e "in lento recupero"

L'iridato della MotoGP, a Barcellona per "El Clasico", parla dei progressi dopo l'operazione alla spalla: "Sto meglio, ma non riesco a pettinarmi..."

Il Campione del Mondo in carica della MotoGP Marc Marquez è stato ieri sera l'ospite d'onore al Camp Nou per sostenere il "suo" Barcellona, squadra di cui è grande tifoso, nell'attesissimo "Clasico" della Liga spagnola contro il Real Madrid, match poi terminato con il risultato di 0-0.

Per l'asso catalano della Honda si è trattato di una delle sue prime uscite "pubbliche" a circa 3 settimane dall'intervento chirurgico alla spalla destra a cui si è sottoposto subito dopo il test di Jerez, un'operazione già pianificata per permettergli di farsi trovare nelle miglior condizioni possibili in vista della stagione 2020.

Dopo aver effettuato un simbolico "calcio d'inizio" della partita e aver ricevuto il saluto dell'idolo Leo Messi e degli oltre 90.000 tifosi presenti allo stadio, Marquez scherzato sulle sue condizioni fisiche ai microfoni di Sky Sport, confermando di essere già in grado di allungare il braccio destro ma, come previsto, senza aver ancora recuperato la piena mobilità dell'articolazione:

"Mi sento meglio, ma il recupero procede lentamente. Al momento non riesco nemmeno a pettinarmi, per questo indosso un cappello! Mi aspetta un lungo inverno di recupero..."

Il pluri-iridato della MotoGP era allo stadio insieme al fratello Alex Marquez, Campione del Mondo in carica della classe Moto2 e, dal prossimo anno, suo compagno di squadra nel team ufficiale Repsol Honda. Anche su questo, il maggiore dei fratelli ha concesso solo qualche battuta:

"A me e mio fratello piace il calcio e siamo grandi tifosi del Barca! Abbiamo anche qualche amico negli spogliatoi, vediamo se ci regaleranno qualche gioia!"

"Adesso io e Alex siamo fratelli, compagni e rivali... siamo un po' di tutto! Tra noi ci aiuteremo a vicenda a casa, ma in pista ognuno penserà solo al proprio interesse..."

  • shares
  • Mail