MV Agusta: bicilindriche da 350cc in arrivo!

Il marchio di Schiranna si prepara a intraprendere nuove strade dopo la fine dell'era Castiglioni "ma senza rinunciare a prestazioni e tecnologia"

Dopo la svolta societaria di inizio autunno, che ha visto Giovanni Castiglioni lasciare le redini dell'azienda al nuovo Amministratore Delegato Timur Sardarov - il milionario russo a capo del gruppo Black Ocean - sembra che MV Agusta sia già al lavoro su un nuovo piano industriale che preveda lo sbarco del marchio varesino in nuovi settori del mercato, mai presi in considerazione prima.

Nel corso di alcune dichiarazioni rilasciata ad Asphalt & Rubber, lo stesso Timur Sardarov ha infatti rivelato che la casa varesina sta lavorando a una nuova gamma di motociclette bicilindriche da 350 cc, una cilindrata "storica" per MV (dei 13 titoli iridati conquistati con Giacomo Agostini, 7 arrivarono dalla poi soppressa classe 350 cc) ma comprensibilmente trascurata nell'epoca moderna, quando il marchio si è consciamente posizionato come produttore di moto sportive "di fascia alta".

Secondo quanto dichiarato dal magnate russo, la "nuova" MV Agusta sarebbe intenzionata a mantenere questo suo profilo da "brand premium" anche con la nuova gestione, ma con la ferma intenzione di espandersi ben oltre i soli mercati occidentali. La nuova piattaforma da 350cc, infatti, punta a portare MV anche in quei paesi dove il mercato è dominato da moto di cilindrate medio-piccole:

"MV Agusta si appresta ad entrare nel più grosso e rilevante segmento di mercato del mondo, quello che va dai 350 ai 500 cc. Ci prepariamo ad abbracciare una cilindrata inferiore, ma senza rinunciare alle alte prestazioni ad alta tecnologia. Stiamo preparando un nuovo motore da 350 cc, ce l'abbiamo già pronto, ed è un bicilindrico."

"In parole povere, le nostre nuove motociclette saranno delle bicilindriche da 350cc".

Sardarov non si è sbottonato al punto di svelare l'effettiva configurazione dei due cilindri in questione, ma ha anticipato che le nuove moto da 350cc costeranno tra i 6.000 e i 7.000 € per il mercato europeo, dove il loro scopo sarà anche quello di introdurre il marchio MV Agusta a una clientela anagraficamente più giovane rispetto all'attuale target.

Presumibilmente, la nuova piattaforma 350cc genererà diverse tipologie di moto nel tentativo di raggiungere l'obiettivo produttivo "dichiarato" di 25.000 moto all'anno nel giro di 5 anni. La nuova gamma dovrebbe invece essere pronta entro un paio d'anni, quindi non è affatto da escludere la possibilità di vederne i primi "frutti" già a EICMA 2020, anche solo in forma di concept...
 

  • shares
  • Mail